The news is by your side.

La Regione “in missione” al Vinitaly, Marcozzi (M5S): hotel e ristorante pagato, vergogna

14

Pescara. Bufera sui rimborsi per Vinitaly. A far scattare la scintilla è stato un provvedimento dell’ufficio di presidenza reso noto da Sara Marcozzi del Movimento 5 Stelle. “I consiglieri regionali abruzzesi che intenderanno partecipare, tra il 10 e il 13 aprile prossimo, al Vinitaly 2016, l’ufficio di presidenza del consiglio regionale d’Abruzzo ha deliberato il rimborso per l’hotel, la trasferta e il Vinitalyristorante per una giornata”, ha scritto adirata la Marcozzi su Facebook, “mi è arrivata la comunicazione direttamente dall’ufficio di presidenza del consiglio regionale in cui mi si avvisa che un’eventuale partecipazione alla kermesse vinicola sarà considerata “missione” e, pertanto, rimborsata dalla Regione, cioè dai cittadini abruzzesi. Nella delibera si specifica che il consigliere delegato a rappresentare la presidenza del consiglio, dunque l’Abruzzo, è Giorgio D’Ignazio.
Allora perché gli altri sarebbero in “missione”? Con 13mila euro mensili, i consiglieri non possono permettersi di pagarsi 100 euro di hotel? Forse sarebbe il caso di “posare la fiaschetta” ancor prima di partire… In ogni caso, Prosit!”

Articoli più letti

Ultimi articoli