The news is by your side.

Alpinisti e escursionisti in difficoltà su Gran Sasso e Maiella, a lavoro soccorso alpino con cani

191
Giulianova. Lo hanno ritrovato in discrete condizioni mentre vagava in Val Vomano, l’uomo di 75 anni residente a Giulianova, che ieri aveva fatto perdere le sue tracce dopo essere stato avvistato l’ultima volta in un bar di Torricella Sicura (Te).
Stamattina la Prefettura di Teramo ha attivato anche il Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, che è intervenuto con una squadra di terra e una Unità Cinofila molecolare ANC per dare supporto alle operazioni di ricerca dell’uomo affetto da Alzheimer.
Hanno partecipato due cani molecolari, uno abruzzese e un’altro arrivato dalle Marche, attivato dal nazionale, e un cane da ricerca in superficie, con l’ausilio di due operatori di ricerca dell’Associazione Nazionale Carabinieri Abruzzo, nucleo di Chieti.
Infallibile il fiuto dei cani molecolari del Soccorso Alpino che, come dimostrato dai filmati di alcune telecamere di sicurezza, hanno subito condotto sulle tracce dell’uomo.
Solo nel fine settimana sono stati una decina gli interventi delle squadre abruzzesi del Soccorso Alpino e Speleologico, per trarre in salvo escursionisti ed alpinisti feriti o in difficoltà sia sul Gran Sasso, che sulla Majella. Alcune squadre del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese sono inoltre intervenute a supporto delle forze dell’ordine durante la tappa di Blockhaus del Giro d’Italia.
Legggi anche:

75enne fa perdere le sue tracce, salvo grazie a un vigile del fuoco fuori dal servizio che lo trova

Articoli più letti

Ultimi articoli