The news is by your side.

Scoperto un carico di centraline elettroniche per auto manomesse e nascoste dietro al cofano

7

Teramo. Nella notte tra il 18 e 19 luglio, presso il Casello dell’Autostrada “A14” – Val Vibrata, militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Teramo, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto ed alla repressione dei traffici illeciti ed in particolare allo spaccio di sostanze stupefacenti, intercettavano un’autovettura proveniente dalla provincia di Foggia con a bordo due soggetti, di anni 43 e 27, risultati gravati da numerosi precedenti di polizia e penali.

I finanzieri, insospettiti per l’orario di transito e per i precedenti specifici dei soggetti fermati, decidevano di approfondire il controllo sull’autovettura, rinvenendo, ben occultate nel cofano motore in un vano posto sotto il parabrezza, ben 10 centraline elettroniche manomesse per autovetture e diversi attrezzi da scasso, prontamente sottoposti a sequestro.

Le centraline, di solito, appositamente riprogrammate, vengono installate al posto delle originali, così da eludere tutti i sistemi di sicurezza dei veicoli prescelti, avviare agevolmente il motore e facilitare di conseguenza gli eventuali furti. Le centraline erano compatibili con modelli di autovetture tipo Volkswagen/Audi e Citroen/Peugeot. I responsabili sono stati, pertanto, segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, per il reato di “ricettazione” ex art. 648 cp.

Le indagini, condotte anche da altre Forze di Polizia, hanno fatto emergere il fenomeno del cd. “pendolarismo criminale”, con bande specializzate, solitamente provenienti dalla Puglia, in furti di automobili, che vengono successivamente smontate e ricettate. L’occhio attento delle Fiamme Gialle teramane ha, quindi, consentito di evitare un brutto risveglio per diversi ignari automobilisti della riviera.

L’operazione rientra tra le attività disposte dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Teramo, Col. Paolo Balzano, tese ad intensificare la prevenzione e la repressione dei fenomeni illeciti lungo la zona costiera della Provincia in occasione del periodo estivo.

Articoli più letti

Ultimi articoli