The news is by your side.

Esplosione alla scuola materna di Piano D’Accio, giudice dispone nuova superperizia

12

Teramo. Sarà una superperizia, affidata all’ingegner Claudio Reginelli e alla professoressa Paola Russo, a chiarire le cause dell’esplosione alla scuola materna di Piano D’Accio del 13 ottobre 2013. Ad affidarla, nel corso dell’udienza di ieri pomeriggio, il giudice Flavio Conciatori che ai due consulenti ha chiesto di rispondere ad un quesito particolarmente articolato. I due professionisti, infatti, dovranno non solo accertare la causa o l’insieme di cause alla base della deflagrazione, ma anche quali obblighi manutentivi il capitolato d’appalto assegnava alla Cpl Concordia (la società che aveva in gestione l’impianto termico della scuola), se ci sono stati eventuali atteggiamenti negligenti dela società ed anche se ci furono eventuali responsabilità da parte di altri soggetti. Perizia per la quale i consulenti del giudice si sono presi 90 giorni di tempo, con la prossima udienza del processo fissata per il 27 aprile.

Alle operazioni peritali prenderanno parte anche i consulenti nominati dalle difese degli imputati: l’ex presidente della Cpl Concordia Roberto Casari, Daniele Spiaggiari, consigliere di amministrazione di Cpl, il direttore di area tecnica Alfredo Lupi, il responsabile della commessa Walter Lucidi e il preposto di cantiere Massimo Lancia, tutti accusati in base ai diversi ruoli e funzioni di non aver garantito il rispetto delle norme di sicurezza nel vano caldaia.

Articoli più letti

Ultimi articoli