The news is by your side.

Consigli su come risparmiare sui costi della bolletta di luce e gas

56

Mercato libero luce e gas in Abruzzo: con le offerte risparmi fino a 198 euro Bollette astronomiche in Abruzzo, come nel resto d’Italia. L’inarrestabile corsa dei prezzi di energia elettrica e gas continua a far lievitare le spese di luce e metano, mettendo in ginocchio le famiglie del territorio. Per cercare però di attutire l’impatto di questo “tsunami” energetico e risparmiare su luce e gas, gli abruzzesi hanno un asso nella manica: affidarsi al Mercato libero, le cui promozioni assicurano un risparmio in continua crescita.

A dirlo sono le cifre di un focus territoriale realizzato da SOStariffe.it, che ha confrontato la spesa annuale di luce e gas delle famiglie ancora in regime di Tutela e di quelle che, invece, si sono affidate al Mercato libero. Risultato? In tutti i capoluoghi di provincia dell’Abruzzo (Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo), il Mercato libero ha portato sollievo in bolletta, con punte di 198 euro di risparmio all’anno (cumulando luce e gas).

Per quanto riguarda la fornitura di luce, le famiglie di Pescara hanno beneficiato maggiormente del passaggio al Mercato libero, con 86 euro “salvati” in un anno rispetto alle famiglie ancora in regime di Maggior Tutela. Mentre queste ultime hanno speso in media 1.062 euro in dodici mesi per l’energia elettrica, le prime si sono viste recapitare bollette luce più leggere, per un totale di 976 euro (a fronte di un consumo di 2658 kWh).

A tallonare Pescara nella classifica della convenienza c’è Teramo, i cui residenti hanno risparmiato 84 euro in un anno sulle fatture luce (con un consumo medio annuo di 2571 kWh). Seguono Chieti e L’Aquila, con rispettivamente 83 euro di minori spese (consumo medio annuo: 2562 kWh) e 73 euro di guadagno (consumo medio nell’arco dei dodici mesi: 2260 kWh) rispetto alla Maggior Tutela. Sul fronte della fornitura di gas, a trarre maggior vantaggio dalle promozioni del Mercato libero sono stati i residenti de L’Aquila, con 125 euro rimasti nel salvadanaio in un anno rispetto ai titolari di utenze domestiche legati al regime Tutelato (consumo annuo: 862 smc). Chieti sale sul secondo gradino del podio, con 114 euro rimasti in tasca: qui una famiglia nel Mercato libero si è fermata sulla soglia dei mille euro all’anno per il gas, mentre la stessa famiglia in regime di Tutela è arrivata a quota 1.115 euro (con un consumo medio annuo di 794 smc).

Alle spalle di Chieti si posizionano Pescara e Teramo, con un risparmio rispettivo di 109 euro (a fronte di un consumo annuo di 763 smc) e 104 euro annui (con un consumo annuo medio di 726 smc). Sempre secondo le cifre rese note da SOStariffe.it, L’Aquila sale sul gradino più alto del podio della convenienza con 198 euro risparmiati per quei clienti che abbiano attivato sia la fornitura di luce sia quella del gas con il Mercato libero.

Al secondo posto di questa speciale classifica si piazza Chieti, con 197 euro “salvati” grazie alla doppia fornitura. Incalza Pescara, con 195 euro di minori spese in bolletta per chi ha scelto un brand dell’energia e del gas del Mercato libero. Quarto posto per Teramo, i cui residenti ringraziano il Mercato libero per aver fatto loro risparmiare 188 euro in un anno sulla doppia fornitura.

Articoli più letti

Ultimi articoli