The news is by your side.

Bcc di Roma: nell’aquilano, numerosi finanziamenti a famiglie, imprese e iniziative di benificienza

13

L’Aquila. Si è tenuta ieri la riunione con i soci dell’Aquilano della banca di Credito Cooperativo di Roma, alla presenza delle autorità locali. “La Banca di Credito Cooperativo di Roma si conferma come rinnovata risorsa a disposizione dei cittadini aquilani e dell’Alta valle dell’Aterno”, ha affermato il presidente Francesco Liberati, “non abbiamo fatto mai mancare il nostro sostegno anche nei momenti più bui della crisi e del terremoto. Siamo e vogliamo rimanere un punto di riferimento per la comunità locale anche nel nuovo contesto di gruppo bancario che verosimilmente vedrà la luce dal primo gennaio 2019, intensificando ancora di più la nostra azione di servizio a famiglie e imprese”.

I Soci si sono riuniti ieri a Villa Giulia all’Aquila per il tradizionale incontro di preparazione dell’Assemblea sociale annuale. Presenti all’incontro il Prefetto Giuseppe Linardi, la deputata Stefania Pezzopane, il senatore Gaetano Quagliarello, il vicesindaco dell’Aquila Guido Quintino Liris e altri Sindaci del circondario aquilano, nonché i rappresentanti delle categorie economiche e dei consorzi fidi locali.Il Vicesindaco ha ringraziato la Banca per il contributo di 5 milioni di euro messo a disposizione, insieme alle altre BCC italiane, per il restauro di Palazzo Margherita, storica sede del Comune dell’Aquila. “La città – ha affermato – ha bisogno di risposte reali e concrete per recuperare i livelli di qualità della vita pre-terremoto”. Il prefetto Linardi, nel suo saluto, ha ricordato i cambiamenti indotti dalla grande crisi dal 2008 in avanti e come, già all’epoca, soltanto le piccole banche locali avessero mantenuto attenzione ai cittadini in un’ottica di mutualità. Quell’attenzione che ancora oggi solo le BCC riescono a perseguire, ascoltando i cittadini e non basando le loro valutazioni di merito creditizio su algoritmi matematici.

“Un impegno costante quello della Banca dimostrato dai numeri che, a livello complessivo, hanno visto quasi 2,9 miliardi di nuovi crediti nell’ultimo triennio per oltre 36 mila prestiti, di cui quasi 2 mila nell’area aquilana” – come ricordato dal Direttore Generale Mauro Pastore, che ha ringraziato tutti i collaboratoti per la loro dedizione e competenza al servizio di soci e clienti. “Noi – ha proseguito Pastore – siamo una banca legata a doppio filo al territorio e possiamo crescere se e solo se il territorio cresce alimentando così un reciproco circolo virtuoso di sviluppo”. È stato inoltre ricordato il supporto sociale assicurato attraverso il Comitato Locale dei Soci, composto da Lorenzo Santilli, Ivo Carloni, Alfonso D’Alfonso e Vittorio Polidori, come ha evidenziato il Vicepresidente Vicario Maurizio Longhi: “Il Comitato aquilano nell’ultimo triennio ha promosso l’erogazione di oltre 370 mila euro alle comunità locali dell’area per quasi 600 iniziative di beneficienza e promozione sociale. In tutta la provincia dell’Aquila, con gli interventi degli altri due Comitati Locali, la Banca ha erogato circa 1 milione di euro.”

Prossimo appuntamento per i soci della Banca è l’Assemblea ordinaria che si riunirà il primo maggio alla Fiera di Roma per l’approvazione del bilancio d’esercizio, ancora una volta caratterizzato da un positivo risultato con un utile di 21,1 milioni che potrà alimentare l’ulteriore rafforzamento patrimoniale e la continuità dell’azione solidaristica BCC Roma nei territori di riferimento. Altro importante adempimento è l’elezione delle cariche sociali per gli esercizi 2018-20, un triennio molto importante per le cruciali sfide che attengono al futuro del credito cooperativo italiano con l’obiettivo di non disperderne ruolo e valore anche, e soprattutto, nell’Abruzzo aquilano. La Banca di Credito Cooperativo di Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia. Fondata nel 1954 con il nome di Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Romano, opera nel Lazio, nell’Abruzzo interno e in provincia di Padova con 182 agenzie. I soci a fine 2017 sono 33.353. In base alla classifica stilata da Mediobanca ad ottobre 2017, BCC di Roma si è classificata al primo posto tra le banche di Credito Cooperativo per totale attivo, impieghi, raccolta, patrimonio netto, utile netto, numero sportelli. Nell’ultimo decennio gli impieghi e la raccolta allargata sono aumentati rispettivamente del 128,9% e del 79,2%, attestandosi al 31 dicembre 2017 rispettivamente a 7,3 miliardi di euro (+4,2% sul 2016) e 11,3 miliardi (+0,2%). Nel 2017 BCC Roma ha erogato quasi 2 milioni di euro attraverso 23 Comitati Locali a favore di iniziative di beneficienza e sponsorizzazione sociale. Queste risorse sono state destinate ad interventi di carattere sociale, culturale, assistenziale, sportivo, di tutela dell’ambiente, con lo scopo di migliorare la qualità della vita dei cittadini delle comunità di riferimento. La Banca nella sua attività si ispira ai principi fondanti della cooperazione, quali la mutualità e la solidarietà, che si concretizzano nell’orientamento al cliente e nel radicamento sul territorio di riferimento, contribuendo a promuovere il benessere delle comunità dove opera e il loro sviluppo economico e culturale attraverso un’attiva azione di responsabilità sociale.

Articoli più letti

Ultimi articoli