The news is by your side.

Barriere A14, i sindaci incontrano la De Micheli: richiesta di fondi per danni e rassicurazioni per il futuro

Al centro la risoluzione dei problemi della strada statale 16

3
Foto: Ansa
Silvi (Teramo), Strada Statale 16, traffico

Teramo. Un impegno concreto del Governo per la risoluzione dei problemi della strada statale 16 che fino a poche settimane fa è stata oggetto del transito dei tir fra i comuni di Pineto, Silvi e Città Sant’Angelo. “Quella di oggi è una giornata importante”, spiega il sindaco di Silvi, Andrea Scordella, “perché abbiamo modo di avere un confronto aperto e diretto con il ministro, per sapere se la situazione della A14 possiamo considerarla chiusa o se gli sviluppi futuri saranno ancora quelli di una criticità che sul nostro territorio potrà portarsi anche nel prossimo futuro. Sicuramente siamo consapevoli che la partita è ancora aperta”.

“Abbiamo avuto adesso l’interruzione parziale del tratto soprattutto nelle ore notturne per alcuni lavori che la Società Autostrade dovrà fare”, sottolinea, “ma vorremmo comprendere se finalmente si possa arrivare ad una definizione della problematica e poter aprire così degli scenari diversi per il futuro”. Sui danni subiti dalle infrastrutture cittadine per il transito dei mezzi pesanti, il sindaco di Silvi ha aggiunto che “anche questa è una partita ancora aperta. Come Comune stiamo portando avanti le richieste per il danno avuto e anche quello futuro visto che a Silvi transitano mezzi speciali e soprattutto i trasporti eccezionali. Abbiamo una partita che dovrà concludersi e stiamo facendo le nostre richieste. Sappiamo che alcuni lavori sono stati già appaltati dal Comune di Roseto che è stata interessata dal transito in maniera più marginale. Chiediamo che venga interessato tutto il tratto e non solo una porzione”.

“Abbiamo esposto tutte quelle che sono state le sofferenze che le nostre popolazioni hanno dovuto subire per questa interruzione del tratto A14”, ha proseguito Matteo Perazzetti, sindaco di Città Sant’Angelo, “e vogliamo capire e comprendere come il Governo andrà a monitorare i lavori che si dovranno effettuare per far sì che non si possano più ripetere situazioni come quelle che sono state vissute. Chiederemo questo impegno sicuramente in maniera forte per tutelare la salute dei nostri cittadini”.

Con il ministro c’era anche il sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, promotore dell’incontro di questa mattina. “Ringrazio il ministro”,  ha detto Verrocchio, “per l’attenzione che ha voluto porre verso il territorio e il tema. Abbiamo tenuto rapporti costanti con il ministro durante questi mesi difficili dal punto di vista della gestione di traffico e sicurezza. Passi avanti sono stati fatti perché i tir sono tornati sull’autostrada, sono in corso lavori di monitoraggio del viadotto e diciamo che questo era il tema più importante e urgente. Rimane però aperta tutta la questione dei guardrail. Andiamo incontro all’estate e sappiamo che è chiuso ancora il casello di uscita di Roseto degli Abruzzi. Abbiamo l’estate in arrivo”, ha concluso, “e vorremmo essere pronti per affrontare la stagione estiva al meglio”.

Articoli più letti

Ultimi articoli