The news is by your side.

Appello al voto del segretario regionale Pd. Rapino: votare noi per un futuro migliore

1

 

Marco Rapino Pd 2Pescara. “Votare Pd significa votare la speranza di un futuro migliore. Vuol dire credere nella nostra regione, scommettere sulla possibilità di farcela insieme. Scegliere i candidati del Pd in tutti i comuni in cui si va al voto. Il Partito Democratico è presente, dando un grande contributo alle liste civiche in tutti i territori”. Questo l’invito al voto del segretario regionale del Pd Marco Rapino.
Saranno 62 comuni in cui si voterà e in un solo comune , quello di Chieti, con popolazione legale superiore a 15.000 abitanti e per il quale viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno.
“Una sfida importante è la riconquista dell’Amministrazione di Chieti. In queste settimane di campagna elettorale – racconta Rapino – ho potuto registrare una forte richiesta di cambiamento. Di inversione di rotta”.
“Ormai è del tutto evidente a Chieti che il centrodestra che ha amministrato è già una forza di opposizione. Hanno condotto una campagna elettorale da forza di opposizione, e chiaramente questo li confinerà in quel ruolo che ben sanno esercitare.
In questi ultimi cinque anni non hanno prodotto nulla per la città. Chieti è scomparsa dal suo ruolo regionale. A noi il compito di governare, di darle una funzione strategica e primaria in questa regione. Punteremo su tutte le qualità del capoluogo teatino, ottimizzandone le capacità straordinarie che chi ha amministrato ha reso totalmente inefficaci. Con noi la città riavrà fatti e governo con gli altri polemiche e strumentalizzazioni”.
“Siamo il partito del cambiamento. Da un anno al Governo regionale, stiamo inaugurando la stagione della competenza, dell’efficienza per cambiare l’Abruzzo. Lo stiamo dimostrando in materia sociosanitaria, con le riforme che mettono al centro i territori, il cittadino. Aumentiamo i servizi e abbattiamo le rendite. E’ nostro intento non lasciare nessuno indietro. Siamo una popolazione che sta invecchiando. Nei prossimi anni avremo 500mila anziani, dobbiamo riqualificare i servizi di assistenza domiciliare. Per i giovani dobbiamo puntare sul lavoro, fare crescere l’occupazione. L’ Abruzzo ha tutti i numeri per ripartire, vogliamo investire sui talenti, sulle nostre qualità, fare sistema per competere insieme nella conquista dei nuovi mercati. Per fare tutto questo creeremo una forza politica coesa a tutti i livelli Istituzionali. Siamo già a buon punto – conclude il segretario del PD – un importante consenso elettorale , soprattutto in città importanti come Chieti, renderà più incisiva, determinata e capace di dare risposte concrete la nostra azione di Governo. Il voto è un importantissimo diritto-dovere del cittadino. Rivendichiamolo, esercitiamolo per il benessere dell’intero Abruzzo”.

Articoli più letti

Ultimi articoli