The news is by your side.

Al via la nuova stagione concertistica al teatro Marrucino di Chieti: parola d’ordine qualità. Ecco il programma

13 concerti in teatro e 4 nel foyer: protagonisti 4 artisti abruzzesi

18

Chieti. Tredici concerti in teatro, di cui uno fuori abbonamento, e quattro nel foyer, e un punto fermo ovvero la qualità, la volontà di portare a Chieti artisti di fama internazionale unità al desiderio di proporre alcuni degli artisti più significativi presenti sul territorio abruzzese e di dare spazio ai giovani talenti contemporanei agli esordi della carriera. Sono gli elementi che caratterizzano la Stagione Concertistica 2020 del teatro Marrucino di Chieti presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente del Cda del teatro Cristiano Sicari, il sindaco del capoluogo teatino Umberto Di Primio, il direttore artistico del teatro Ettore Pellegrino e il presidente di Artensemble Giuliano Mazzoccante. Fra i nomi spiccano Francesco Manara, primo violino solista della Scala di Milano, il primo violoncello solista dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, l’orchestra Roma Tre, l’Avos Piano Quartet, che è considerato dalla critica musicale una delle massime espressioni giovanili del camerismo italiano, il duo Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura,la pianista russa naturalizzata statunitense Julia Zilberquit. Il primo appuntamento è l’11 gennaio a con il concerto spettacolo ”Le Quattro Stagioni – I Solisti Aquilani e Daniele Orlando'” progetto che nasce dalle necessità di riflettere e far riflettere sul ruolo dell’uomo all’interno dell’ambiente.

”La stagione concertistica 2020 del teatro Marrucino e’ contraddistinta da qualità e la ricerca di grandi artisti che possano in qualche maniera far puntare i riflettori su Chieti, sul nostro teatro e sulla nostra regione”, ha detto Mazzoccante, “l’attenzione al territorio perché ci sono dei grandi artisti che vivono nella nostra regione e magari molti non conoscono e poi l’entusiasmo perché una stagione del genere si costruisce sull’entusiasmo non solo mio, non solo del mio staff, dello staff del teatro Marrucino, ma dell’entusiasmo degli artisti che verranno. La scelta è basata anche sul desiderio di molti artisti di tornare a Chieti o di venire a Chieti vedendo che la città e il teatro e comunque la cultura si muove. Inizieremo sabato con i Solisti Aquilani e il violinista Daniele Orlando, uno straordinario artista, in una interpretazione delle Quattro Stagioni di Vivaldi, in una maniera veramente nuova perché c’è l’attentato alla rilettura della Quattro Stagioni in chiave ambientalista: Vivaldi si è ispirato alla natura e la natura oggi è un po’ messa a dura prova dall’uomo e questa interpretazione sarà molto particolare, sarà una sorpresa per tutti quelli che vorranno essere presenti”. Quattro artisti abruzzesi ovvero Miriana Faieta, Christian Mascetta, Pietro Pancella e Michele Santoleri si esibiranno, il 24 aprile, in Koinaim Live, un progetto di musica jazz molto esclusivo ed unico per la ricerca delle sonorità. Il pianista abruzzese Claudio Filippini sarà protagonista il 22 maggio. La stagione si concluderà il 25 settembre con un concerto del Duo Nicola Marvulli e Tiziana Columbro.

Articoli più letti

Ultimi articoli