The news is by your side.

Violenza sessuale: nuova perizia per l’ex primario di Neonatologia Sabatino

1

Chieti. Il gup del Tribunale di Chieti Alberto Iachini Bellisarii ha affidato una nuova perizia per accertare la capacità di intendere e di volere al momento del fatto del professore Giuseppe Sabatino, l’ex primario di Neonatologia del policlinico di Chieti, arrestato nel luglio del 2014 con l’accusa di violenza sessuale nei confronti delle madri dei suoi piccoli pazienti. medico-scrive-certificatoL’incarico peritale è stato affidato allo psichiatra Alfonso Tramontano e alla psicologa clinica Martina Lupoli, entrambi di Napoli, i quali avranno 60 giorni di tempo, a decorrere dal prossimo 18 ottobre, per espletare l’incarico. L’udienza è stata quindi rinviata al 19 gennaio del 2017. Era stato il difensore di Sabatino, l’avvocato Andrea Di Lizio, a chiedere la perizia nel corso nell’udienza preliminare apertasi lo scorso 15 settembre, mentre alla perizia si erano opposte sia le parti civili che la pm Lucia Campo. Per questa vicenda Sabatino era stato già rinviato a giudizio ma lo scorso 17 maggio il Tribunale di Chieti, accogliendo un’eccezione sollevata dall’avvocato Di Lizio, aveva dichiarato la nullità di tutti gli atti successivi all’udienza preliminare del 15 luglio del 2015 ed aveva disposto la restituzione degli atti al giudice per le indagini preliminari. A sua volta il rinvio a giudizio del maggio scorso era stato preceduto da una serie di udienze e da una perizia, disposta dal gup Luca De Ninis: in base al risultato della perizia Sabatino era risultato totalmente incapace di volere e parzialmente capace di intendere al momento del fatto. E a determinare il discontrollo degli impulsi sessuali erano stati i farmaci assunti dall’ex primario per curare il mordo di Parkinson. Tuttavia, il gup De Ninis aveva rinviato a giudizio l’ex primario sostenendo, fra l’altro, che agì con premeditazione e non d’impulso.

Articoli più letti

Ultimi articoli