The news is by your side.

Ad un’abruzzese il premio in memoria di Veronica Gaia, sua la migliore tesi sulla depressione giovanile

3

L’Aquila. Sarà Annalisa Di Stefano, neolaureata in Medicina e Chirurgia, la vincitrice della prima edizione del “Premio Veronica Gaia” per la migliore tesi di laurea sul tema della depressione giovanile di laureati magistrali in Medicina e Chirurgia o in Psicologia dell’Università dell’Aquila. Il premio, dell’importo di 1500 euro, dedicato alla memoria di Veronica Gaia di Orio, giovane studiosa di Storia dell’Arte Contemporanea prematuramente scomparsa, è stato istituito e finanziato dall’associazione allo scopo di focalizzare l’attenzione dei giovani laureandi in Medicina e Chirurgia o in Psicologia sul tema della depressione giovanile.

Alla cerimonia parteciperanno, oltre alla vincitrice del premio, Ferdinando di Orio, docente e presidente dell’Associazione Veronica Gaia di Orio e Rita Roncone, docente e relatrice della tesi di laurea. La cerimonia, durante la quale Anna Maggi, madre di Veronica Gaia di Orio, consegnerà il premio, sarà introdotta da Guido Macchiarelli, direttore del Dipartimento MESVA e moderata da Maria Grazia Cifone, docente e coordinatrice per la Ricerca dell’Associazione.

“Questo premio”, spiega Di Orio, “rappresenta una delle più significative iniziative dell’associazione, perché unisce la finalità di sensibilizzazione sui temi della depressione giovanile, una problematica particolarmente delicata e ancora non adeguatamente studiata, a quella di stimolare e promuovere l’attività di ricerca dei giovani. Il successo di questa prima edizione ci ha spinto a confermare l’iniziativa anche per il prossimo anno e ad aggiungere anche un premio per il migliore articolo scientifico”.

Sono state infatti finanziate dall’associazione due borse di studio – dell’importo di 1500 euro ciascuna – per laureati magistrali in Medicina e Chirurgia e in Psicologia Applicata, Clinica e della Salute dell’Università degli Studi dell’Aquila che abbiano presentato una tesi sperimentale sviluppata nell’ambito della depressione giovanile e aspetti ad essa correlati. E’ stato inoltre istituito il premio per il “Migliore Articolo Scientifico” sempre su tematiche concernenti la depressione giovanile, dell’importo di 1500 euro, rivolto ai giovani under 40 (dottorandi/e, borsisti/e, assegnisti/e, ex borsisti/e o ex-assegnisti/e) che non abbiano una posizione lavorativa a tempo indeterminato.

Tutte le informazioni su queste iniziative sono reperibili sul sito dell’associazione: http://www.veronicagaia.it

Articoli più letti

Ultimi articoli