The news is by your side.

“Un calcio solo al ginocchio e s’è spezzato fratè”, spunta un video sulle botte al sottopasso

717

Avezzano. “Un calcio solo al ginocchio e s’è spezzato fratè… Sbeng…”. Lo dice un giovane a un coetaneo, in un video registrato da una diretta Instagram, che è stato postato sotto alla condivisione di Facebook dell’articolo che riporta la notizia scritta su Marsicalive Agguato al sottopasso della stazione, 15enne aggredito da tre ragazzi finisce in ospedale.

Il video ha creato indignazione tra gli utenti. Sembrerebbe anche che del video ne esista una versione più lunga in cui la conversazione tra i due vada avanti e da cui si capiscano più dettagli su quanto accaduto lo scorso fine settimana al sottopasso della stazione ferroviaria di Avezzano. Il video è stato registrato su una diretta dove quindi più persone hanno partecipato.

I giornalisti di Marsicalive chiaramente non conoscono l’identità dei responsabili di quello che sembrerebbe un vero e proprio agguato a un 15enne di Collelongo, che in questo momento è ancora ricoverato in ospedale. Nel pomeriggio subirà un’operazione alla caviglia.

Le indagini sono in corso e saranno ora gli agenti della Polfer di Avezzano, i primi ad intervenire sul posto, a ricostruire la dinamica dell’accaduto e a capire soprattutto se gli autori delle botte siano e meno gli stessi ragazzi che si vedono nel video che è stato pubblicato sulla pagina Facebook di Marsicalive.

Intanto i genitori del 15enne si sono rivolti ai legali Antonella e Rocco Mancini per tutelare gli interessi del figlio minore.

Articoli più letti

Ultimi articoli