The news is by your side.

Tutto pronto per la 57esima Fiera dell’Agricoltura, Inail: fondamentali prevenzione e sicurezza sul lavoro

12

Chieti. Infortuni sul lavoro e malattie professionali, ma anche prevenzione dei rischi connessi alle attività lavorative e agricole, in particolare. Continua l’impegno sul territorio di INAIL, che anche quest’anno sarà presente con il suo stand allestito presso la 57esima Fiera dell’Agricoltura, in programma a Lanciano da venerdì 23 a domenica 25 marzo 2018. “L’Agricoltura rappresenta uno dei settori a maggior rischio per infortuni invalidanti e, nella provincia di Chieti, il primo settore per infortuni mortali”, afferma il direttore Territoriale INAIL Chieti-Pescara Angela Forlani, “senza dimenticare che coloro che lavorano nel settore agricolo sono quelli con maggior rischio di contrarre malattie professionali, in quanto il settore ha il primato anche per questo”.

“Prevenzione e sicurezza sul lavoro costituiscono, quindi, un aspetto estremamente rilevante nella conduzione di un’azienda agricola. Negli ultimi anni vi è stata un’evoluzione della normativa sulla prevenzione e sicurezza sul lavoro, che ha tenuto conto delle diverse situazioni, ambienti di lavoro e attività̀ svolte nel settore”, continua la dottoressa Forlani. “In particolare, con riferimento al settore agricolo vi è stata una razionalizzazione delle misure di tipo normativo e di accompagnamento finalizzata ad introdurre nelle imprese e nelle diverse figure che vi operano una vera e propria “cultura” della prevenzione dei rischi. Questa cultura della prevenzione, promossa anche dall’INAIL, vede la formazione, intesa come divulgazione di informazioni, conoscenze e competenze per ridurre i rischi di infortuni e malattie croniche collegate al lavoro agricolo, quale strumento primario di azione. La presenza dell’Istituto in Fiera si inserisce, appunto, in questo ambito di azioni mirate”.

INAIL, in particolare, per il terzo anno consecutivo metterà a disposizione di tutti i visitatori della Fiera alcuni punti di ascolto: uno dedicato a infortunati e tecnopatici e un altro dedicato al settore assicurativo ma, soprattutto, a quello della prevenzione: un vero e proprio Ufficio Relazioni con il Pubblico, dove chiunque potrà rivolgersi ai funzionari dell’Istituto per chiedere informazioni o delucidazioni.

Per il direttore regionale INAIL Abruzzo Nicola Negri “la Fiera costituirà l’occasione per fornire chiarimenti a tutti gli interessati al bando ISI 2017 in scadenza il prossimo 31 maggio 2018. Infatti il bando ISI Agricoltura per finanziare l’acquisto o il noleggio di trattori agricoli o forestali è stato inserito nel bando unico nazionale ISI 2017 con uno stanziamento di 632.405 euro a favore delle micro e piccole imprese che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi: Euro 535.837 per i progetti presentati dalla generalità delle imprese agricole e Euro 96.568 riservati ai progetti presentati dai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria”.

Sostiene, infatti, la dottoressa Forlani, “i temi della prevenzione e quelli della funzione assicurativa e indennitaria dell’INAIL, infatti, costituiscono temi tra loro complementari troppo spesso e troppo a lungo visti erroneamente come temi contrapposti. Infatti, per valutare correttamente i costi di infortuni e malattia legati al lavoro non è sufficiente calcolare i costi finanziari complessivi dell’assicurazione sociale per infortuni e malattie professionali, ma si rende, altresì, necessaria anche una stima dei costi economici e sociali meno evidenti sostenuti dalle aziende e dalla collettività. Ecco perché la prevenzione diventa una delle principali attività di competenza dell’INAIL”. Inoltre, “Un maggior livello di sicurezza sul lavoro non è soltanto sintomo di una società evoluta e sana, ma per INAIL rappresenta in prima istanza lo stato della cultura d’impresa, quale strumento imprescindibile per lo sviluppo economico di ogni realtà produttiva”.

Il direttore continua richiamando la mission istituzionale dell’INAIL: quella della presa in carico e della tutela integrata del lavoratore infortunato o tecnopatico, con particolare riferimento al reinserimento lavorativo, perché, come recitano gli spot televisivi e radiofonici, che tutti abbiamo visto o ascoltato almeno una volta, per INAIL al centro del proprio impegno c’è la persona. A tal proposito, già dal 2016, la Direzione Regionale INAIL Abruzzo e la Regione hanno sottoscritto una convenzione mirata al recupero, principalmente sotto il profilo della riabilitazione, dell’assicurato ingiustamente rimasto leso dall’attività lavorativa svolta. Da allora, l’Istituto si sta facendo carico dei Livelli Integrativi di Assistenza (LIA) che si rendano necessari in occasione di infortuni o malattie professionali. “La realizzazione della nostra mission non può prescindere da questi punti”.

Conclude il Direttore regionale INAIL Abruzzo Nicola Negri “È importante far conoscere ai tanti visitatori della Fiera la nuova competenza INAIL (che l’Europa ci invidia) che sta permettendo e permetterà di sostenere tutti coloro che, nonostante un infortunio o una malattia professionale, decidono di continuare a lavorare. L’Obiettivo principale è quello di consentire la conservazione del posto di lavoro da parte degli infortunati che hanno subito una riduzione della propria capacità lavorativa. I 21 milioni di euro messi in bilancio dall’INAIL per progetti personalizzati fino a 95 mila euro a fondo perduto, rappresentano un contributo a un efficace sistema di protezione sociale del lavoro, nonché un’opportunità per il mondo produttivo. Infine, ho il piacere di comunicare che all’evento fieristico di Lanciano sarà presente il Presidente del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’INAIL Giovanni Luciano”.

Articoli più letti

Ultimi articoli