The news is by your side.

Trovato morto in casa lo storico batterista e fondatore degli Stone Cryme, Alex Taglienti

11

Tagliacozzo. E’ stato trovato in casa senza vita. Si tratta di Alex Taglienti, 54 anni, rappresentante di infissi, noto anche come storico batterista e fondatore  del celebre gruppo negli anni 80-90 Stone Cryme. Sul caso sono  in corso indagini dei carabinieri. Nella sua abitazione di Tagliacozzo, dove viveva da solo, è arrivato nel primo pomeriggio il medico legale che ha accertatole cause della morte che sarebbero di natura volontaria. Sono però ancora in corso accertamenti sul caso. La scoperta è stata fatta nel primo pomeriggio dalla compagna che ha chiesto subito l’intervento dei soccorsi.

Alessandro Taglienti, noto tra gli amici anche come Scanna, era molto conosciuto in città ma anche in tutta la Marsica, soprattutto per i suoi trascorsi di musicista. Recentemente aveva suonato in una esibizione insieme al grande batterista dei Deep Purple, Ian Paice, che aveva avuto modo di incontrare anche successivamente.

Tutta la sua vita era stata costellata di una intensa attività musicale che per lui, nonostante i discreti successi ottenuti con il gruppo da lui fondato, era semrpe rimasto una passione prima che un lavoro. Gli Stone Cryme nacquero nei primi mesi del 1988 da una sua idea insieme a Luca Caruso. In seguito il gruppo si mise  all’opera per realizzare la prima demo tape “First Strike Is Deadly”, registrata nei “Dream Studios” ad Avezzano. Il risultato di questi lavori in studio portarono la band a esibirsi nei migliori locali Rock/Metal della capitale e non solo.

Nel 1990 la band vinse  la selezione per partecipare al Festival Nazionale per gruppi Metal e gli Stone Cryme si piazzarono al secondo posto. Fu registrato anche un cd live della manifestazione. La sua passione per la musica rimase anche quando lasciò  il gruppo, continuando a suonare in altre realtà . Nel 2008 tornò a suonare con una nuova formazione con gli Stone Cryme per un breve periodo.

La notizia della sua morte ha gettato nello sconforto tutta Tagliacozzo, suscitando grande sconcerto e  incredulità nell’intera città che ricorda Alessandro Taglienti con affetto sia per la sua simpatia, sia per il suo carattere schietto e solare. Cordoglio è stato espresso dal sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio.

Articoli più letti

Ultimi articoli