The news is by your side.

Tomba di bambino di epoca preromana è stata rinvenuta nell’aquilano

36

Scontrone. Una tomba di bambino tra i sette e gli otto anni di età, orientata ad Est e a una profondità di circa 1,5 metri, è stata rinvenuta nei giorni scorsi nel territorio di Scontrone (L’Aquila). Il ritrovamento è avvenuto dopo uno scavo preliminare eseguito della Soprintendenza per i Beni archeologici d’Abruzzo, che si era recata sul posto per un sopralluogo successivo al rinvenimento, fortuito, di una ciotola d’impasto bruno nricognizione di superficieerastro. A notarla un visitatore, appassionato di archeologia, durante un’uscita fotografica. Uno scheletro giacente sotto il piano di terra in posizione supina, il cranio collassato, le braccia distese lungo il corpo e le gambe parallele, accompagnato da due fibulae in ferro sul petto e con frammenti sparsi di ciotole d’impasto locale. Elementi del corredo funebre che lasciano ipotizzare l’origine sannita della tomba, considerata anche la stretta vicinanza con la necropoli di Campo Consolino e l’insediamento della valle del Curino presso Alfedena. Il ritrovamento ha immediatamente destato l’interesse dell’amministrazione comunale di Scontrone, che si è attivata in sinergia con la Sopraintendenza e il Comando dei Carabinieri di Alfedena per favorire le operazioni di scavo preliminare e che guarda con attenzione alle potenziali implicazioparticolare scheletro con materiale ferrosoni di questo primo ritrovamento. “Il ritrovamento della sepoltura” osserva Erika Iacobucci, archeologa, consigliere con delega alla cultura del Comune di Scontrone “desta grande curiosità ed attenzione. Occorre considerare la tomba nel quadro dell’ambiente circostante, quello abitato da genti preromane, che in assenza di documenti scritti riemergono in luce attraverso lo studio delle sepolture. Non escludiamo la presenza di altre tombe nella stessa zona”. “L’attenzione che l’amministrazione comunale ha riservato al proprio patrimonio culturale” commenta il sindaco di Scontrone, Ileana Schipani “è stata ed è massima. Questa scoperta, su cui attendiamo di conoscere ulteriori elementi, potrebbe avere un valore straordinario. Per questo l’amministrazione sosterrà tutto il percorso di verifica, di studio e di tutela”.

Articoli più letti

Ultimi articoli