The news is by your side.

Tanti gli abruzzesi a Parigi nella notte degli attentati, sembrava di essere all’inferno

5

L’Aquila.. “Ero arrivato ieri sera a Parigi per un tranquillo week end e invece ho trovato l’inferno”, queste le parole di un giovane abruzzese alla redazione di Abruzzolive. Gianpaolo Confortini, originario di Avezzano in provincia dell’Aquila, è uno dei tanti italiani che si trovava nella capitale francesce al momento dell’attacco terroristico. Come molti italiani su Facebook ha comunicato a tutti i suoi contatti che sta bene per rassicurare parenti e amici.  “La situazione qui è surreale”, ci ha raccontato, “ci siamo spostati solo in taxi perchè è assolutamente sconsigliato di prendere i mezzi pubblici. Il centro è militarizzato”. Gianpaolo era arrivato a Parigi per un week end in relax tra le strade e i musei della capitale. E invece si è trovato davanti uno scenario che mai Giampaolo Confortiniavrebbe immaginato. “Sono arrivato dalla Polonia dove vivo ora per trascorrere un week end”, ha continuato il giovane, “ma il centro era ancora in mano a questi balordi e per prendere il taxi ho dovuto aspettare più di un’ora a porte de Maillot. Ora siamo dentro casa perchè è tutto paralizzato, domani sera ripartirò”. Sono tanti i marsicani e gli abruzzesi che in questi giorni si trovano a Parigi.  E’ tornato in tutta fretta a Trasacco anche Raimondo Ciofani, consulente di moda, che ieri sera, dopo le prime notizie sugli attacchi terroristici è corso all’aereoporto ed è salito sul primo aereo per l’Italia. E’ rimasta a Parigi, ormai sua città, Francesca Gatti Rodorigo, originaria di Celano, che nella città dell’amore gestisce un caffè a rue Charlot.  Giulia Antenucci

Articoli più letti

Ultimi articoli