The news is by your side.

Sulmona, il coordinamento No Hub del Gas annuncia atto di protest simbolica: pianteremo un albero nel sito della Snam

10

Sulmona. “Può un alberello costituire un pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica?”. Ecco l’interrogativo che, con un filo di sarcasmo, si pone il coordinamento No Hub del Gas Abruzzo.

“Il coordinamento No Hub del Gas – si legge nella loro nota stampa – ha comunicato al Commissariato di Sulmona che domenica 29 dicembre, alle 11, cinque ambientalisti pianteranno un piccolo albero (di circa un metro) nel sito di proprietà della Snam, a Case Pente, come atto simbolico per la salvaguardia del nostro pianeta dai cambiamenti climatici provocati dall’uomo con l’utilizzo dei combustibili fossili”.

“L’iniziativa – sostengono i promotori – poteva anche non essere comunicata perché la nostra Costituzione prevede, all’art.17, che solo per le riunioni in luogo pubblico deve essere dato preavviso all’autorità. In questo caso non si tratta di una riunione né tanto meno essa avverrebbe in luogo pubblico, dal momento che il luogo dell’iniziativa è privato. Eventualmente dovrebbe essere la Snam a dissentire ma rischierebbe di essere in contraddizione perché ha sempre affermato che una parte dell’area della centrale verrebbe comunque destinata a verde. Ci si augura che questa volta il Questore dell’Aquila non faccia un nuovo divieto (quello del 13 dicembre scorso non era comunque giustificato e verrà impugnato nei termini di legge) perché sempre la Costituzione, allo stesso art. 17, stabilisce che il divieto può sussistere solo per comprovati motivi di sicurezza e di
incolumità pubblica”.

“A meno che non si voglia insistere nel sostenere che un atto del tutto innocuo, simbolico e nonviolento come la piantumazione di un alberello in un’area agricola di ben 12 ettari – concludono – crei problemi all’ordine e alla sicurezza pubblica!”.

Articoli più letti

Ultimi articoli