The news is by your side.

Studenti di medicina veterinaria dell’università di Napoli “A Scuola” nel Parco Nazionle d’Abruzzo

3

L’Aquila. Civitella Alfedena, Villetta Barrea, Barrea, Pescasseroli, sono le location scelte dall’Università degli Studi di Napoli Federico II per far svolgere attività pratiche di campo nel settore faunistico e della zootecnia sostenibile agli studenti dei Corsi di Laurea in “Medicina Veterinaria” e “Tecnologie delle Produzioni Animali”, sotto la guida del Prof. Luigi Esposito, docente di “Gestione delle risorse faunistiche”. Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è, da sempre, uno scenario reale nell’ambito del quale è possibile dimostrare praticamente come le attività antropiche (zootecnia, agricoltura e turismo) e la natura, condividendo gli stessi spazi, si rendono disponibili per azioni di conservazione e di sviluppo econclip_image007omico sostenibile. Il Presidente del Parco Antonio Carrara esprime «piena soddisfazione» per le attività che il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali intende svolgere sul proprio territorio, «non solo per le due giornate di studio, ma anche e principalmente per l’attivo coinvolgimento degli allevatori, degli imprenditori turistici e delle componenti artistiche locali. L’evento è un esempio di come è possibile sfruttare in maniera costruttiva gli ambienti e le strutture recettive del Parco anche in periodi di cosiddetta bassa stagione». Le attività di campo sono passate dalla simulazione di censimento (cervo, lupo, orso, mustelidi e volpe) alla valutazione delle risorse trofiche del bosco e dei pascoli. Dalla salute degli ambienti naturali dipende la salute degli animali che alleviamo. Proprio da questa considerazione nasce la richiesta di alcuni allevatori (bovini, ovi-caprini, equini) ed apicoltori di sviluppare attività di sviluppo sostenibile, compatibili e complementari alle azioni di conservazione dell’Ente Parco. La parte pratica è stata accompagnata dalle competenze teoriche fornite agli studenti, nelle ore buie del pomeriggio, presso il Museo Naturalistico dell’Ente Parco, dal Veterinario Leonardo Gentile e dalla Zoologa Roberta Latini. Al Programma di attività hanno fornito apporti professionali specifici il Prof. Luigi Esposito Docente Gestione Risorse Faunistiche dell’Università di Napoli e la Dott.ssa ErminiaScioli Dirigente Medico del Servizio Veterinario ASL n1 Aquila.

Articoli più letti

Ultimi articoli