The news is by your side.

Strada dei Parchi, D’Alessandro (Pd): Abruzzo chieda danni a causa dei falsi allarmi sulla sicurezza di A24-A25

11

L’Aquila. La costituzione in giudizio in ogni sede da parte della Regione Abruzzo per chiedere risarcimenti “per i gravi danni all’immagine e all’economia regionale a causa dei falsi allarmi sicurezza sulle autostrade A24 e A25”: la chiede il deputato Pd Camillo D’Alessandro in una lettera inviata al presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, e all’assessore regionale al Turismo, Giorgio D’Ignazio. Auspicando “sentenze clamorose che facciano rumore”, il parlamentare invita la Regione a perseguire “ministro di Infrastrutture e Trasporti Toninelli, ministero, soggetti politici e quanti in questi giorni hanno lanciato allarmi sull’autostrada, falsi e fuori luogo”, con danni all’immagine dell’Abruzzo “che già si stanno riflettendo sull’imminente stagione invernale”.

“Se un’autostrada è pericolosa si chiude, altrimenti si tace” scrive in una nota D’Alessandro. Richiamando Silone, il deputato sottolinea che l’Abruzzo “non è Fontamara dove è possibile praticare ogni prepotenza” e lamenta il fatto che “dopo i terremoti è passato il messaggio che venire in Abruzzo è pericoloso, venire a lavorare, a studiare, in vacanza. Ho parlato con alcuni operatori – continua l’esponente dem – Sono molto preoccupato non solo per quest’anno, ma anche per i prossimi”. “Se passa il cocktail esplosivo di una regione a rischio terremoto e crollo, rimarremo isolati e non verrà più nessuno, il danno potenziale è incalcolabile. La Regione ha il dovere di tutelare la propria immagine, la propria economia da chi l’ha danneggiata perseguendo in tutte le sedi i responsabili”. (

Articoli più letti

Ultimi articoli