The news is by your side.

Stefania Pezzopane a Radio 1 parla dell’amore con Simone e del ruolo politico all’Aquila

3

L’Aquila. “Io e Simone siamo innamorati e ci sposeremo nel 2017, anche se non abbiamo deciso ancora quando esattamente, probabilmente dopo l’estate”. coccia pezzopaneLa vicenda sentimentale della senatrice Pd Stefania Pezzopane e del suo compagno Simone Coccia Colaiuta si arricchisce di un nuovo capitolo. A Un Giorno da Pecora su Radio1, la Pezzopane ha raccontato ai conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari i nuovi sviluppi di questa ormai celebre relazione. Come la chiama il suo Simone in privato? “Mi chiama pesciolina, e’ un vezzeggiativo affettuoso”. E lei come lo chiama? “Io lo chiamo semplicemente…Amo’!”. Quand’e’ stata l’ultima volta che avete litigato? “Qualche giorno fa all’Aquila, perche’ sono salita per sbaglio su un marciapiede con la macchina”. Il suo Simone, pero’, una volta era berlusconiano. “No, non aveva un’idea politica ben precisa”. Ora pero’ le idee se le e’ chiarite, se non altro nei confronti dei Cinquestelle, che in un video ha fortemente accusato. “Si, ma i Cinquestelle spesso lo criticano, gli dedicano fin troppe attenzioni, e Simone in quel video si e’ vendicato”. Cosa gli avrebbero detto i M5S? “Cose gratuite, molto offensive, solo perche’ e’ il mio compagno”. Simone Coccia Colaiuta pero’ e’ stato un po’ forte nelle critiche…”Si, e’ vero, e devo dire che a me quel video non e’ piaciuto. Ma lui e’ libero di fare cio’ che crede”, ha detto serena a Radio1 la Pezzopane.  “Io candidata sindaco all’Aquila? E’ una fantasia giornalistica, secondo cui, qualora venga abolito il senato come lo conosciamo ora, io mi candiderei a sindaco per provare a tornarci con questo ruolo”.  Ma le piacerebbe fare il sindaco? “Per il momento non ci sto pensando, ci sono altri che si sono gia’ candidati, faremo le primarie. Ma io per il momento almeno non partecipero'”. Chi si sarebbe ‘autocandidato’ a questo ruolo? “Intanto c’e’ Massimo Cialente, il sindaco che ha affrontato l’emergenza terremoto”. Insomma, diciamo che le piacerebbe farlo ma non lo vuole dire adesso? “Ecco..diciamo questo: io sono attaccata alla mia citta’, L’Aquila, e penso che il sindaco sia il massimo che si possa fare per una citta’. Ma io per ora sto facendo una cosa altrettanto importante in Senato e poi, magari, alla Camera”.

Articoli più letti

Ultimi articoli