The news is by your side.

Spaccio di droga nella Valle Roveto, revocata la misura cautelare per un marsicano e un romeno

69

L’Aquila. Spaccio di droga nella Valle Roveto, tornano in libertà titolare di un bar a Morino e romeno residente ad Avezzano. Federici e Valentin, rispettivamente agli arresti domiciliari e obbligo di firma e dimora, sono stati difesi dagli avvocati Antonio e Pasquale Milo. La decisione è arrivata direttamente dal tribunale del riesame dopo il ricorso dei due legali. Un’operazione in cui sono stati sequestrati 20 grammi di cocaina e marijuana: in particolare i carabinieri avevano eseguito, su richiesta del sostituto procuratore Elisabetta Labandi, quattro misure cautelari nei confronti di tre marsicani e un romano, in particolare per Stefano Federici, 31anni, titolare del bar di Morino, Roberto Giorgi, 35 anni di Roma, in carcere, Nico Di Loreto, 44enne parrucchiere di Avezzano, e Ilie Lica Valentin 40 anni di nazionalità romena ma residente ad Avezzano, entrambi sottoposti a obbligo di dimora. Il parrucchiere ha respinto davanti al gip tutte le accuse. L’operazione è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Avezzano e i carabinieri della compagnia di Tagliacozzo, al comando del capitano Silvia Gobbini, hanno dato esecuzione alle ordinanze di misure cautelari per reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini erano state avviate nella primavera del 2018 e a settembre dello stesso anno c’era stato l’arresto di Federici. Erano scattate dopo una serie di segnalazioni arrivate ai carabinieri riguardo a un traffico di sostanze stupefacenti nella Valle Roveto, in particolare a Morino.

Articoli più letti

Ultimi articoli