The news is by your side.

Terremoto, Cialente: Amatrice come Onna, alloggi per sfollati e ospedale pronto per emergenze

15

L’Aquila. Terremoto AmatriceIl sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, che è anche medico, e l’ assessore comunale alla Ricostruzione del comune dell’Aquila, Pietro Di Stefano, sono arrivati ad Amarice. “Appena sono arrivato ho capito che è come Onna (la frazione dell’Aquila completamente distrutta con 41 vittime)” ­ ha detto Di Stefano ­ “ma oltre ad Amatrice il vero problema è tutto il gruppo delle frazioni che sono qui intorno, paesini che rischiano di essere stati spazzati via”. Cialente ha invitato alcune famiglie dei feriti a dirigersi all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila e ha assicurato che il capoluogo abruzzese ospiterà gli sfollati nei suoi alloggi liberi. I primi feriti sono stati ricoverati nella palestra all’ingresso del paese ed è lì che secondo quanto si è appreso, potrebbe trovare posto il Com per il coordinamento delle operazioni di soccorso. Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente dalla sua pagina facebook assicura il sostegno del capoluogo per i soccorsi:”Il Coc del Comune dell’Aquila sta coordinando le associazioni di volontariato di protezione civile, per il presidio delle principali zone del territorio comunale, per eventuali necessità della popolazione in seguito al sisma che ha colpito stanotte l’area di Amatrice (Ri) e che è stato chiaramente avvertito anche nel capoluogo e dintorni. E’ aperto e illuminato lo stadio comunale Tommaso Fattori, così come sono operative le aree di accoglienza di Murata Gigotti, Coppito (presidiata dalla protezione civile della Pro Loco di Coppito) e di piazza d’Armi (presidiata dalla Misericordia). Assistite anche alcune aree di attesa (il gruppo dei volontari di protezione civile responsabile del presidio), previste dal Piano comunale di emergenza: Assergi (L’Aquila 2009), Via Strinella (le associazioni nazionali alpini “Vaccarelli” e “Iacobucci”, Tempera e Pianola (Prociv Tempera), San Bernardino (Nuova Acropoli), Santa Maria di Farfa (Aquile bianche), Piazza Duomo (Prociv Tempera), Pettino (Gran Sasso soccorso), Torretta (Croce Bianca). Mezzi e tecnici comunali sono pronti per eventuali emergenze”. L’ospedale San Salvatore e’ gia’ pronto per la necessaria assistenza ai feriti provenienti dalle aree interessate dal sisma. Le squadre dei tecnici del Comune dell’Aquila hanno avviato immediatamente i primi sopralluoghi, cominciando dal centro storico della citta’. Non sono stati segnalati danni nelle principali aree centrali e appaiono integri tutti i cantieri attivi per la ricostruzione post sisma 2009. Il sindaco Massimo Cialente ha messo a disposizione 250 alloggi del Progetto Case per gli sfollati dell’area colpita dal terremoto e ha comunicato la notizia al Capo della Protezione civile nazionale, Fabrizio Curcio.  Ci sono “case crollate”, e “gente sotto”. Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ai microfoni di SkyTg24 conferma che sarebbero diverse le persone rimaste coinvolte nei crolli provocati dal sisma che ha colpito il reatino. Alla sala operativa dei vigili del fuoco sono arrivate decine di segnalazioni: le aree più colpite sarebbero, oltre a quelle di Amatrice, quelle di Accumoli e di Posta. Squadre dei vigili sono dirette nella zona anche da Abruzzo e Marche. Le intensità del sisma, secondo gli esperti, sono paragonabili a quelle del terremoto dell’Aquila, ma l’epicentro è in una zona meno densamente popolata.

Articoli più letti

Ultimi articoli