The news is by your side.

Sileri, Covid: varianti non preoccupanti ma necessario rispetto delle regole, luglio mese di svolta

274

L’Aquila. Un’estate che sembra regalare speranze agli italiani in vista del passaggio di tutte regioni in zona bianca.  “Le cose stanno andando bene e non dobbiamo continuare a preoccuparci di varianti”, ma è necessario continuare a rispettare le regole e “tutti quanti dobbiamo sapere che il mese di luglio sarà la svolta completa e assoluta”: lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, nella trasmissione di Rai 1 “Domenica in”. Riferendosi alle notizie recenti relative alla resistenza di alcuni vaccini anti Covid alla variante indiana, ora chiamata ‘Delta’, il sottosegretario ha rilevato: “Lasciate preoccupare lo Stato delle varianti. Stiamo monitorando, stiamo controllando, le cose stanno andando bene. La popolazione”, ha proseguito, “deve sentirsi libera, protetta grazie alla vaccinazione e grazie a ciò che noi stiamo facendo. Lasciamo alle nostre spalle il terrore che abbiamo vissuto lo scorso anno e ricominciamo a vivere rispettando le regole. Questo significa: evitiamo gli assembramenti, indossiamo la mascherina e rispettiamo il distanziamento”.

Il sottosegretario ha osservato che i decessi: “Purtroppo sono ancora 57, ma stanno calando in maniera drastica, come era previsto con l’andare avanti della vaccinazione e anche con l’arrivo dell’estate. Valle d’Aosta, Molise e Basilicata hanno zero pazienti ricoverati in terapia intensiva e la media nazionale del 9% di occupazione di terapie intensive e reparti di medicina sta scendendo drasticamente”. Per Siler:  “Dobbiamo tutti quanti sapere che il mese di luglio sarà la svolta completa e assoluta: avremo superato la metà della popolazione con almeno una dose di vaccino” e per settembre-ottobre si prevede di raggiungere una “protezione di comunità”. In questa situazione, ha aggiunto, “perché dobbiamo pensare a una variante terribile e resistente al vaccino?”. Il sottosegretario è infine ottimista anche sulla possibilità che “nelle prossime settimane possa cadere, per i ristoranti, il limite di 4 persone al chiuso: con il procedere della vaccinazione e con il netto miglioramento dei numeri verrà tolto anche quello”.

Articoli più letti

Ultimi articoli