The news is by your side.

Sgominata banda che falsifica documenti, 40 arresti in tutta Italia. Truffe anche in Abruzzo

18

L’ Aquila. Sono quaranta gli arresti tra le province di Caserta, Napoli, Palermo, Salerno e Roma eseguiti sulla base di una misura cautelare del gip di Napoli per una banda specializzata nella falsificazione di documenti e valori bollati. In carcere 7 sono finite persone, mentre il beneficio dei domiciliari e’ stato concesso a 33 degli indagati. Le aSONY DSCccuse contestate vanno dall’associazione a delinquere alla falsita’ materiale, alla frode, al possesso o la fabbricazione di documenti falsi, alla contraffazione di sigilli pubblici, all’introduzione e messa in circolazione di valori da bollo falsificati, nonche’ violazione delle disposizioni in materia di immigrazione clandestina. L’indagine abbraccia un arco temporale che va del 2011 all’anno scorso e riguarda casi di sostituzione di persona attraverso l’uso di documenti d’identificazione e carte di credito ricaricabili. L’organizzazione agiva nel Napoletano e nel Casertano, ma aveva ramificazioni in Abruzzo, Lazio e Lombardia. I documenti contraffatti sono stati anche utilizzati per truffe ai danni di istituti di credito e il reimpiego conseguente del denaro ottenuto attraverso finanziamenti nell’acquisto di attivita’ commerciali sull’isola spagnola di Tenerife. Nel corso delle indagini, sono stati sequestrati, sempre nel Napoletano e nel Casertano, due laboratori clandestini utilizzati per la fabbricazione di documenti contraffatti, carte di credito false e permessi di soggiorno falsi, nonche’ all’arresto di 5 persone e 2 latitanti, uno dei quali rifugiatosi appunto a Tenerife.

Articoli più letti

Ultimi articoli