The news is by your side.

San Salvatore: ultrasuoni per curare rara lesione al ginocchio, 24enne guarito in dieci giorni

53

L’Aquila.ospedale-san-salvatore-aquila A 24 anni soffriva di una rara forma di lesione al ginocchio, dolorosa tanto da essere invalidante: è stato sottoposto, presso la Radiologia dell’ospedale San Salvatore di L’Aquila, ad una terapia che usa una tecnologia non invasiva ad Ultrasuoni Focalizzati guidati da Risonanza Magnetica, MRgFUS. “Il paziente, dieci giorni dopo il trattamento, ha ripreso in maniera completa tutte le sue attività ed oggi, ad oltre due mesi dal trattamento, sta bene e lamenta solo un saltuario fastidio al ginocchio” spiega Carlo Masciocchi, professore Ordinario di Radiologia presso l’Università degli Studi dell’Aquila, dove è anche pro rettore e presidente della Società Italiana di Radiologia Medica “Si trattava di un desmoide corticale o periosteo, anche noto come ‘tug lesion’, una rara lesione benigna che può insorgere in bambini ed adolescenti che svolgono attività fisica: non è una lesione tumorale, ma reattivo­infiammatoria che si localizza tipicamente al ginocchio. L’incidenza è compresa tra l’11,5% nei maschi ed il 3,6% nelle femmine di età tra i 3 e 17 anni. I sintomi sono caratterizzati da dolore e risentimento a livello del ginocchio, prevalentemente sul versante mediale. Il dolore può avere, come in questo caso, intensità tale da essere invalidante”. Il desmoide corticale o periosteo fa parte delle lesioni da non toccare per le quali non è quindi prevista una specifica terapia chirurgica. La terapia medica mira solo a controllare i sintomi e, per il paziente, è generalmente previsto riposo o fisioterapia. “Ad oggi il trattamento da noi effettuato risulta essere il primo e l’unico a nostra conoscenza” ­ spiega ancora Masciocchi ­. Abbiamo deciso di sottoporre il paziente a questo trattamento perché il dolore da lui provato era cosi importante da interferire con la sua vita normale, impedendogli anche di lavorare”.

Articoli più letti

Ultimi articoli