The news is by your side.

Ruba una auto e viene smascherato dalle telecamere della Polizia Locale Marsica

47

AVEZZANO – Dopo il furto avvenuto venerdì sera ad Avezzano, la Polizia Locale della Marsica diretta dal comandante Luca Montanari si è immediatamente messa sulle tracce del mezzo cercando di intercettarlo tramite il sistema di videosorveglianza e le innovative telecamere a lettura targa, capaci di segnalare in tempo reale il passaggio dei veicoli rubati.
Proprio oggi il transito di quel veicolo è stato registrato sotto una di quelle telecamere, per cui l’allarme è scattato immediato a tutte le pattuglie, che si sono concentrate insieme nel luogo indicato. Il caso ha voluto che anche un conoscente del proprietario incrociasse nel frattempo il veicolo, dando l’allarme alla centrale radio operativa della Polizia Locale.
Nel mentre che le pattuglie stavano arrivando, il veicolo veniva comunque seguito da remoto durante tutti i suoi spostamenti dall’operatore del centro videosorveglianza della Polizia Locale, il quale, con gli occhi fissi sugli schermi, manteneva un costante contatto radio con gli agenti in servizio esterno per condurli fino all’obiettivo.
Il conducente lasciava quindi il veicolo rubato in un parcheggio in zona Pineta e si allontanava prima dell’arrivo delle pattuglie. E’ così che il personale diretto dal capitano Antonio Febo responsabile della sala regìa del sistema di videosorveglianza, decideva di appostarsi nelle vicinanze nella speranza che il conducente tornasse sui suoi passi.
Dopo una lunga attesa è così in effetti avvenuto, e una volta salito in auto il soggetto, poi identificato per S.A. cittadino di quarantadue anni originario del Marocco, veniva fermato dagli agenti e portato al comando della Polizia Locale per gli accertamenti di rito, dai quali è anche scaturito che era già gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di firma per avere commesso altri specifici reati.
Gli agenti procedevano con una denuncia a piede libero poiché lo stato di flagranza era terminato, impedendo così l’applicazione della misura dell’arresto immediato.
L’auto è stata restituita dalla Polizia Locale al suo legittimo proprietario insieme a una parte dell’altra refurtiva lasciata nel portabagagli dell’auto e non ancora ricettata.

Articoli più letti

Ultimi articoli