The news is by your side.

Roio Piano non dimentica l’eroismo dei fratelli Annina e Luigi Santomarrone, vittime del nazifascismo

66

L’Aquila. A Roio Piano, l’associazione “Annina Santomarrone”, con lo scopo di sollecitare l’amministrazione comunale a concedere l’autorizzazione per la posa in opera di due pietre d’inciampo in ricordo dei fratelli Santomarrone, vittime dei lager tedeschi, ha organizzato un flash mob che si è tenuto ieri, 27 gennaio, accanto al luogo in cui viveva la famiglia Santomarrone, di fronte a uno dei fontanili del paese.

Annina Santomarrone, sarta di Roio Piano, fu arrestata con il fratello Luigi per aver ospitato un prigioniero inglese, in seguito alla denuncia di una spia. L’intero paese di Roio Piano manifestò solidarietà nei confronti dei due fratelli, raccogliendo del denaro per pagare le loro spese legali, ma purtroppo Annina fu condannata a cinque anni, Luigi a due. Annina fu deportata nel lager femminile di Ravensbruck, Luigi invece a Dachau: non fecero più ritorno. Così lo storico Roger Absalom descrive la vicenda di Annina: “La contadina abruzzese di 72 anni, Anita Santomarrone, prima di essere passata per le armi dai tedeschi per aver dato asilo a dei fuggiaschi, avrebbe detto: Non li ho aiutati perché erano inglesi, ma perché sono una cristiana e anche loro sono cristiani”.

Articoli più letti

Ultimi articoli