The news is by your side.

Rischio chiusura Archivio di Stato Sulmona, sindaco: evitare enorme danno a patrimonio culturale e storico

42
Sulmona. Come salvare la sezione di Sulmona dell’Archivio di Stato, a rischio chiusura per carenza di personale, è stato al centro dell’incontro, convocato dal sindaco Annamaria Casini, tenuto questa mattina a palazzo San Francesco con la responsabile della Sezione Archivio di Stato dell’Aquila Sebastiana Ferrari e il responsabile della sezione  sulmonese dell’Archivio di Stato Roberto Carrozzo, alla presenza degli assessori Manuela Cozzi e Angelo D’Agostino.
“Quest’ amministrazione ha preso l’impegno di individuare una soluzione concreta da mettere in campo entro fine anno al fine di salvaguardare la sezione sulmonese dell’Archivio di Stato, che da oltre 60 anni custodisce un  ricco e prezioso patrimonio documentale, che dal 2022 rischia la chiusura a causa della mancanza di personale”. Lo afferma il sindaco di Sulmona Annamaria Casini.
“Abbiamo condiviso delle possibili soluzioni, al vaglio ora degli uffici, per creare una sinergia tra il Comune e l’Archivio di Stato, finalizzata ad ottimizzare alcuni servizi e personale in modo transitorio per evitare la chiusura della sezione  di Sulmona, tra le più importanti e ricche della Regione, in attesa che il Governo sblocchi i concorsi e dia una soluzione definitiva con l’assunzione di nuovo personale, consapevoli che si tratta, infatti, di una  problematica in comune con molte altre realtà italiane.”.
“Occorre evitare un enorme danno al patrimonio culturale e storico delle città ed oggi anche al patrimonio edilizio, vista la sua valenza nella ricerca dei titoli abilitativi in occasione dell’eco e sisma bonus. Il Comune farà la sua parte con convinzione, ma confido nel fatto che i nostri parlamentari, che nelle scorse settimane hanno mostrato grande attenzione sul tema, facciano seguire i fatti alle parole facendosi  parte attiva  nelle opportune sedi governative, con un intervento politico forte per garantire un risultato definitivo a tutela di un patrimonio documentale di valore inestimabile non solo per Sulmona”, conclude Annamaria Casini.

Articoli più letti

Ultimi articoli