The news is by your side.

#Rigopiano, al via gli interrogatori. Oggi tocca all’ex prefetto Provolo: coordinamento già dal 16 gennaio

2

Pescara.  “La documentazione che abbiamo consegnato riguarda l’effettiva avvenuta convocazione del centro di coordinamento soccorsi, già alle 10 della mattina del 16 gennaio e non il 18 a mezzogiorno come la Procura era stata indotta a sostenere fino a questo momento dalla documentazione in suo possesso”. Così l’avvocato Giandomenico Caiazza, al termine dell’interrogatorio del suo assistito, l’ex prefetto di Pescara Francesco Provolo, indagato nell’inchiesta sul disastro dell’Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara).  Tra gli aspetti che i magistrati intendono chiarire, ci sono i presunti ritardi nell’attivazione della macchina dei soccorsi e in particolare del Centro di Coordinamento dei Soccorsi da parte della Prefettura, che – stando a quanto emerso finora dalle indagini – nonostante l’ emergenza maltempo perdurasse da giorni e nonostante esistesse un protocollo d’intesa con la Provincia di Pescara, nel quale era
prevista l’utilizzazione comune di una sala operativa.

L’allerta meteo, diffusa dal centro funzionale Abruzzo il 15 gennaio, prevedeva abbondanti nevicate dal giorno 16 per le successive 24-36 ore. Nonostante tutto questo – recita l’ informazione di garanzia della Procura inviata al Tribunale di Pescara – l’allora prefetto Provolo invitava gli operatori della Prefettura a scendere nella sala di protezione civile soltanto alle 10 del 18 gennaio, determinando una reale operatività non prima delle 12. Oggi i documenti proprio su questo aspetto da parte della difesa dell’ex prefetto. Sono 23 gli indagati nell’inchiesta della procura di Pescara su quanto avvenuto quel 18 gennaio quando una valanga ha travolto l’hotel Rigopiano, con 29 morti e 11 sopravvissuti. A sfilare davanti ai magistrati nei prossimi giorni, gli altri indagati, tra cui il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco (previsto il 13 dicembre), e il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta (il 14/12).

Articoli più letti

Ultimi articoli