The news is by your side.

Recovery Sud: sale a 104 il numero dei Comuni coinvolti, anche l’Abruzzo in prima linea

666

L’Aquila. Sale a 104 il numero dei Comuni di Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Basilicata, Molise, Sardegna e Abruzzo che hanno aderito all’iniziativa ‘Recovery Sud’ partita dal sindaco di Acquaviva
delle Fonti (Bari) Davide Carlucci per creare una rete dei sindaci meridionali per il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Più che raddoppiate, fino ad oggi, le iniziali cinquanta adesioni, che ora comprendono anche i sindaci dei Comuni capoluogo di Taranto e Matera, il presidente della provincia ionica. Ma l’elenco delle città
coinvolte è lungo: si va da Acate (Ragusa) a Villetta Barrea (L’Aquila), da Acquappesa (Cosenza) a Verzino (Crotone), passando per Lampedusa, Caivano, Pisticci, Alberobello, Marcianise e molti comuni molisani.

“La richiesta, affidata a una lettera già inviata al presidente del Consiglio Mario Draghi è una sola: rendeteci protagonisti della gestione del Piano nazionale di ripresa e resilienza perché diventi una reale occasione di crescita per il Mezzogiorno, anche quello più isolato e a rischio di spopolamento”.

“È una rete spontanea, trasversale e senza finalità politiche”, spiega il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Carlucci, “ma con l’unico obiettivo di trasformare il Recovery in una reale occasione di riscatto di tutto il Mezzogiorno”.

Articoli più letti

Ultimi articoli