The news is by your side.

Rapina al dirigente della Mobiledi Chieti, il ‘palo’ patteggia un anno e 8 mesi

6

Chieti. Un 25enne arrestato nel luglio scorso con l’accusa di concorso anomalo in rapina aggravata ha patteggiato un anno e 8 mesi di reclusione davanti al gup del Tribunale di Chieti Antonella Redaelli. Fece il ‘palo’ in occasione di un furto, poi sfociato in rapina impropria, tribunale13nel marzo scorso insieme a un complice, trentenne poi risultato irreperibile e nei cui confronti non è stata eseguita l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il complice entrò nell’abitazione del dirigente della Squadra Mobile di Chieti, Francesco Costantini dopo aver forzato una finestra e portò via orologi e preziosi per un valore di 8.000 euro. Il furto si trasformò in rapina impropria perché il padrone di casa rientrò sorprendendo il ladro il quale, brandendo un cacciavite, gli diede una spinta e lo strattonò per poi fuggire. Su istanza del suo difensore, l’avvocato Matteo Di Martino di Ortona, il giudice ha revocato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 25enne e lo ha rimesso in libertà con l’obbligo di firma due volte alla settimana.

Articoli più letti

Ultimi articoli