The news is by your side.

Querelato da impiegati per violazione privacy, a giudizio direttore dell’università D’Annunzio

5

Chieti.­ Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Lucia Campo ha emesso un decreto di citazione a giudizio nei confronti del direttore generale dell’università ”d’Annunzio” di Chieti­Pescara Filippo Del Vecchio. La prima udienza a del processo dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Chieti è fissata per il prossimo 7 novembre. università ChietiEra stato il gip del Tribunale di Chieti, Antonella Redaelli, a disporre lo scorso 28 aprile l’imputazione coatta per i reati di diffamazione e violazione della privacy nei confronti di Del Vecchio. Il giudice si era pronunciato sulla opposizione alla richiesta di archiviazione proposta da una quarantina di impiegati dell’ateneo i quali avevano presentato querela nei confronti del direttore generale. Querele che, avevano portato all’apertura di un’indagine da parte della Procura della Repubblica di Chieti, indagine che si era chiusa con la richiesta di archiviazione. La vicenda di cui al processo a carico di Del Vecchio ha preso avvio dalla diffusione a mezzo e mail inviate tutto il personale dell’università, da parte di Del Vecchio, del documento denominato analisi utilizzo fondo accessorio 2001­2013. Il documento, pubblicato anche sul sito istituzionale della d’Annunzio, conteneva i nomi di oltre un centinaio di dipendenti e delle somme accessorie ricevute da ognuno di loro: secondo Del Vecchio si tratta di benefici, elargiti sotto la precedente gestione amministrativa dell’ateneo, non previsti nè da leggi nè da contratti, benefici. I dati stipendiali erano elencati analiticamente per ciascuno dei dipendenti: di questi in 40 hanno ritenuto violata la loro privacy, si sono sentiti diffamati ed hanno querelato Del Vecchio.

Articoli più letti

Ultimi articoli