The news is by your side.

Punta Penna in cenere, dolore e rabbia per l’incendio. La Regione programma uno stanziamento di fondi

Smargiassi (M5S): serve un impianto di videosorveglianza

116

Vasto. Come già riportato da AbruzzoLive, oggi un terribile incendio ha devastato alcuni dei tratti più belli del litorale teatino, bruciando le aree protette di Punta Penna e Punta Aderci. “L’incendio che ha distrutto la riserva di Punta Penna a Vasto non ha solamente spazzato via una fetta importante di vegetazione e infrastrutture, ma ha distrutto un patrimonio unico per l’Abruzzo e non solo” afferma il consigliere regionale Pietro Smargiassi, in quota M5S.

“Uno scenario apocalittico” continua Smargiassi “che mi ha spinto immediatamente a contattare il presidente della Regione Marco Marsilio e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri per chiedere un immediato intervento della Regione Abruzzo. Ho ottenuto da Sospiri l’impegno a calendarizzare nell’ordine del giorno del primo consiglio regionale in programma uno stanziamento di fondi per ripristinare immediatamente almeno le opere infrastrutturali della riserva”.

“Oggi, più che mai, ci si rende conto di quanta bellezza sia andata persa. Occorre, per il futuro, prevedere un impianto di videosorveglianza su questa area” prosegue Smargiassi. “Siamo davanti a un disastro immenso. Sono bruciate le dune, è bruciata la vegetazione, sono bruciate le passerelle in legno e le scale, la segnaletica e i pannelli informativi. È bruciato tutto. Ringrazio i vigili del fuoco e la protezione civile, che hanno svolto un lavoro straordinario per sedare l’incendio. Purtroppo poco si è salvato… quasi nulla”.

“Oggi c’è rabbia e dolore, ma da domani ci impegneremo affinché non si perda neanche un giorno per ridare a questo territorio la riserva con la sua inestimabile bellezza” conclude il consigliere.

Articoli più letti

Ultimi articoli