The news is by your side.

Pubblico e privato insieme per valorizzare l’Abruzzo montano con l’unione dei media

1
Pescara. Raccontare l’Abruzzo montano, valorizzandone caratteristiche e  qualità, le eccellenze, le bellezze paesaggistiche e ambientali, le potenzialità turistiche e culturali, attraverso la sua storia, le sue tradizioni e i suoi talenti. E’ questo l’obiettivo del progetto che è stato presentato questa mattina nella sala blu della Regione Abruzzo a Pescara dai rappresentanti dei sette Comuni (Cocullo – capofila – Scontrone, Fontecchio, Pettorano sul Gizio, Raiano, Vittorito, e Morino) e dai tre partner privati (Mac Editoriale, l’emittente televisiva  Tv6 e l’associazione “Paesaggi d’Abruzzo), che garantiranno ciascuno una parte specifica del progetto integrato.  Una rete che realizzerà  per un anno iniziative fondate su un sistema integrato di comunicazione, composto da una pluralità di media: una rivista cartacea trimestrale “AbruzzèAppennino”,  due trasmissioni televisive “Talenti e Territori” e “Territori delle tentazioni” in onda sull’emittente regionale Tv6, una web community incentrata sulla fotografia “Paesaggi d’Abruzzo”.  Ad illustrare il progetto pilota, nato in seguito al bando di concorso indetto nel 2013 dall’Assessorato regionale alla Montagna della Regione Abruzzo, sono stati Antonio Di Fonso, direttore della rivista cartacea “AbruzzoèAppennino”, Alessandro Sonsini, per la trasmissione televisiva “Talenti e Territori”, Mimmo D’Alessio per “Territori delle tentazioni”, l’Assessore comunale di Cocullo, Loreta Risio.  “Dal 2006 la rivista AbruzzoèAppennino (Mac Editoriale), con cadenza trimestrale, racconta i mille volti della montagna abruzzese, come un viaggio tra tecnologia e saperi, la  filiera corta dei prodotti locali, i paesaggi, i talenti e i  protagonisti, i cammini d’Abruzzo, evidenziando i luoghi dell’anima, percorsi e storie di copertina” ha esordito Di Fonso, sottolineando come questi temi concorrano a proiettare l’immagine dell’Abruzzo interno nell’ottica di un turismo lento e consapevole. “Creare un’offerta di qualità per un turismo culturale è lo scopo della sinergia creata dai sette Comuni” ha affermato l’assessore comunale, Risio “i piccoli paesi, che soffrono lo spopolamento, cercano di stimolare l’economia partendo proprio dai nostri talenti, dalle nostre tradizioni. Cocullo sta puntando alla candidatura all’Unesco, non per ottenere un titolo, ma per rilanciare il territorio attraverso una maggiore sua conoscenza nel mondo”.  Se la trasmissione “Talenti e Territori” punta sul “capitale umano del territorio montano, i talenti che da questa terra hanno appreso elementi identitari”, come ha spiegato Sonsini, l’altra “Territori delle tentazioni”  (entrambe in onda sull’emittente Tv6) si basa sulla gastronomia tipica come risorsa abruzzese, raccontando “quei piatti protagonisti che raccontano la storia di un paese” ha precisato D’Alessio.  Nella conferenza stampa, inoltre, è stata sottolineata l’importanza del progetto di promozione territoriale realizzato dal 2008 dall’associazione “Paesaggi D’Abruzzo”, ideato da Alessandro Di Nisio, ingegnere abruzzese, forte di 115 mila contatti sul canale web, trasmettendo un’immagine dinamica ed autentica dell’Abruzzo attraverso gli scatti di appassionati e professionisti fotografi, aprendosi  ai contenuti proposti dalle redazioni del magazine e della tv per veicolarli in tutto il mondo.  Al via la prima mostra nell’ambito del progetto, nel Castello Cantelmo di Pettorano sul Gizio, che sarà inaugurata il prossimo 19 Aprile ore 16.00Regione Abruzzo, in occasione del concorso fotografico “Il mio Borgo dentro un click”, a cui hanno partecipato 269 persone con 1190 foto inviate.

Articoli più letti

Ultimi articoli