The news is by your side.

Psicosi da meningite: centri presi d’assalto nel chietino, richieste in aumento anche nel pescarese

1

L’Aquila. È corsa alle vaccinazioni contro la meningite da meningococco: circa 500 persone sono state vaccinate il 2 e 3 gennaio scorsi nei centri vaccinali dell’Asl Lanciano Vasto Chieti. La corsa ai vaccini fa registrare situazioni di affollamento analogo in quasi tutti i 12 centri vaccinali della provincia che, nonostante la disponibilità degli operatori e la capacità di fare fronte all’ondata eccezionale di richieste ­ si legge in una nota dell’Asl ­, in alcuni casi può determinare anche situazioni di ressa, com’è accaduto in mattinata a Lanciano, dove la corsa al vaccino contro la meningite ha finito col rallentare e intralciare lo svolgimento della regolare e programmata attività legata al calendario vaccinale dei più piccoli. Forte l’invito agli utenti, da parte dell’Asl, a prenotare la vaccinazione, senza farsi prendere dal panico. I casi, come ha spiegato il Ministero della Salute, sono stati 178 nel 2016, “nella norma attesa, in linea con i numeri degli ultimi anni” Anzi, si è registrato un calo rispetto all’anno precedente. Nell’ultimo quadriennio ci sono stati 36 decessi da meningococco di tipo C su 65 milioni di abitanti. “Ciò non toglie ­ spiega la responsabile del Servizio igiene epidemiologia e sanità pubblica (Siesp) della Asl, Ada Mammarella ­ che abbiamo sempre promosso e offerto le vaccinazioni, ed è dunque corretta la volontà delle persone di fare prevenzione. Certo, in questi giorni prevale la paura, che non si può fermare, ma con pazienza e professionalità i nostri operatori stanno accogliendo gli utenti, consegnano materiale informativo e vaccinano dopo avere spiegato loro le caratteristiche della patologia e i vaccini offerti. Chiediamo però ai cittadini di non ammassarsi a centinaia presso i nostri centri, non ha senso e non è utile a nessuno, e di avere pazienza. Consigliamo di prenotare, telefonicamente ai numeri indicati sul sito www.asl2abruzzo.it o, ancora meglio, recandosi di persona nelle nostre sedi. Ci scusiamo se non sempre saremo in grado di rispondere perché gli operatori, dato l’afflusso in atto, se sono impegnati a vaccinare non possono parlare al telefono. Se i tempi per le vaccinazioni non sono immediati, dato che il Siesp gestisce tutta la profilassi primaria a favore della popolazione, c’è da stare tranquilli perché, è bene ribadirlo, non vi è alcuna epidemia in atto. C’è stato qualche inconveniente dipeso dal massiccio afflusso, ma sono state prese le misure necessarie a farvi fronte, ad esempio prolungando, dove possibile, gli orari di apertura fino a pomeriggio inoltrato. Le dosi di vaccino sono disponibili e, se in qualche centro si esauriscono, provvediamo a rifornirli rapidamente. Per cui il messaggio è: prenotate e state tranquilli”. Per quanto attiene alla compartecipazione alla spesa da parte degli utenti, esiste una tariffazione differente in base ai ceppi da coprire, che viene comunicata al momento della somministrazione o della prenotazione.

­ Dopo i recenti casi di meningite sono aumentate sensibilmente le richieste di vaccinazione contro questa malattia: per questo motivo la Asl di Pescara ha previsto ulteriori sedute straordinarie di vaccinazione che saranno eseguite dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17.30 presso la stanza n. 8 situata al primo piano del Poliambulatorio del Presidio Ospedaliero di Pescara in Via Fonte Romana n. 8 (di fianco al Laboratorio Analisi). Le prenotazioni, necessarie per eseguire la vaccinazione, dovranno essere effettuare contattando il numero telefonico 085/4253969 secondo il seguente calendario: giovedì 5 gennaio 2017, dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30; da lunedì 9 a venerdì 13 gennaio 2017, dalle 9 alle 12.

Articoli più letti

Ultimi articoli