The news is by your side.

Piano vaccinale in Abruzzo, Verì: su AstraZeneca linea viene dettata delle rinunce

503

Pescara. L’Abruzzo seguirà le indicazioni delle autorità sanitarie nazionali, ma “la linea viene dettata dalla non accettazione del vaccino AstraZeneca dalle fasce di età al di sotto dei 50 anni. Continueremo la vaccinazione con un altro tipo di vaccino. Se dovessero mancare quelle dosi di vaccino sarà nostra cura richiederne ulteriori”. Così, nel corso di una conferenza stampa, l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, a proposito della questione AstraZeneca.

In Abruzzo, in questi mesi, il vaccino AstraZeneca è stato somministrato in quantità anche a persone under 60: la scelta finale su quale tipo di siero utilizzare spetta sempre e comunque al medico vaccinatore. La fase attuale della campagna, invece, riguarda soprattutto le fasce di popolazione per cui è preferibile non somministrare AstraZeneca e, infatti, si stanno utilizzando principalmente vaccini a mRna.

La fascia di età che mostra più resistenza rispetto alla volontà di vaccinarsi è quella 60-69 anni, cioè proprio quella interessata dall’uso di AstraZeneca.

Articoli più letti

Ultimi articoli