The news is by your side.

Il sindaco di Pescocostanzo porta viveri ai cittadini con il gatto delle nevi, mai tanta neve dal 1984

6

Pescocostanzo. Prima dell’alba, il giorno dell’Epifania, era già in giro per il paese dove in poche ore si era accumulato un metro di neve. Da allora il sindaco di Pescocostanzo, Roberto Sciullo, non si è fermato neanche a dormire per aiutare concittadini e villeggianti bloccati dalla bufera e rimasti senza viveri. A bordo di un ‘gatto delle nevi’, insieme ad alcuni consiglieri comunali, ha portato pane, pasta e altri generi di prima necessità, compreso latte per un neonato, in località Bosco di Sant’Antonio, dove risiedono una ventina di famiglie e un villaggio si è riempito di turisti durante le festività. “Siamo abituati alle nevicate, anche se un evento di questa portata non lo ricordo dal 1984 ­ racconta ­ il problema questa volta è stato il vento, che ha formato accumuli di neve alti fino a 4 metri”. In paese ­ gioiello dell’Appennino a 1.395 metri di quota, inserito nella rete dei Borghi più belli d’Italia ­ la viabilità è stata garantita sin dall’inizio della nevicata, ma il vento gelido ha spinto molti a non uscire dalle case e dagli hotel. “Stiamo lavorando a ritmi forsennati”, spiega il sindaco Sciullo. “Abbiamo iniziato il carico della neve per liberare tutte le strade e ieri abbiamo favorito così il deflusso dei turisti, ma il lavoro è stato rallentato dalle auto parcheggiate, tante proprio perché fortunatamente molti sono venuti qui in vacanza”, racconta. Sì, perché a Pescocostanzo sono arrivati in tanti per il ponte dell’Epifania, in albergo e negli appartamenti in affitto. Purtroppo nelle giornate di forte vento gli impianti sciistici sono rimasti chiusi, anche se la strada per raggiungerli era praticabile. “Certo, non è andata molto bene a bar, ristoranti, pizzerie perché tanti non si sono mossi” continua il sindaco.

La farmacia è rimasta comunque aperta e anche alcuni negozi. “Abbiamo finito tutti i generi alimentari, allora abbiamo deciso di preparare pizze e focacce in gran quantità per soddisfare le richieste” racconta Silvia Gizzarelli, titolare dell’alimentari Mannella. Con i quattro mezzi del Comune e un camion messo a disposizione da una ditta, racconta ancora il sindaco, è stata portata via dalle strade molta neve e ora si può circolare normalmente con le gomme termiche. “Abbiamo fatto tanto, ma si può sempre fare meglio ­ conclude Sciullo ­ in ogni caso devo ringraziare tutti i privati che si sono messi a disposizione con bobcat e turbine per fronteggiare al meglio la situazione”.

Articoli più letti

Ultimi articoli