The news is by your side.

Pescara: consiglio comunale del 26 aprile su via Di Sotto, la proposta del M5S nei suoi punti essenziali

121

 

Pescara. Creare una vera zona 30, eliminare subito l’autovelox e usare i soldi delle multe per riqualificare via Di Sotto. Queste- in sintesi –  le principali richieste dei pentastellati pescaresi in occasione del consiglio comunale  straordinario che si terrà domani 26 aprile  in sessione aperta alla cittadinanza, sulla vicenda autovelox in Via di Sotto. Ma non finisce qui. Nel comunicato del gruppo locale grillino, i consiglieri Erika Alessandrini e Paolo Sola, sottolineano come a tal proposito: “Il Movimento 5 Stelle nel consiglio comunale di domani proporrà di impiegare tutti i soldi derivanti dalle sanzioni dell’autovelox di via Di Sotto per la riqualificazione dell’intera via e la creazione, di fronte alla scuola, di una vera zona 30 che, in modo strutturale, obbligherà a ridurre la velocità a chi transita grazie ad un’area rialzata e a corsie più strette, eliminando definitivamente l’autovelox.  I soldi dei cittadini multati servano a migliorare la sicurezza e la tranquillità di chi percorre via Di Sotto”.

“La mattanza economica che l’amministrazione Masci ha inflitto a cittadini, commercianti e residenti di Via di Sotto”, proseguono gli esponenti pentastellati,  “era evidentemente una ruberia premeditata, tanto che solo ora, dopo aver elevato ormai circa 20.000 multe e spremuto per bene le tasche dei cittadini, il centrodestra pescarese comincia a parlare di possibili diverse soluzioni. Interventi che quindi potevano e dovevano essere fatti prima, e parlarne solo ora conferma che siamo davanti ad una manovra orchestrata da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia deliberatamente per fare cassa a danno dei cittadini. Questa vicenda dimostra ancora una volta la totale incapacità amministrativa del centrodestra di Carlo Masci – proseguono i consiglieri pentastellati –  che prima ha sostenuto l’installazione dell’autovelox come soluzione a tutti i problemi di sicurezza stradale della zona, salvo poi lavarsi le mani da ogni responsabilità quando è iniziata la pioggia di sanzioni e il coro unanime di critiche, attribuendo agli stessi cittadini la presunta “colpa” di aver richiesto il sistema di controllo. Uno dei momenti più bassi di questa amministrazione, pavida davanti alle critiche e priva di qualunque senso di responsabilità”. Resta attuale il tema della sicurezza stradale nel quartiere, visto che la “soluzione autovelox” sembra solo aver spostato di poco più in là il problema”, prosegue il comunicato pentastellato.

 

Erika Alessandrini e Paolo Sola hanno concluso con tono di pungente polemica, nei confronti delle decisioni del già citato primo cittadino pescarese: “L’incapacità di Masci di fare scelte sensate, ricade sui cittadini dei Colli e non solo – proseguono i consiglieri Alessandrini e Sola. Il fuggi fuggi da via Di Sotto ha prodotto lo spostamento in massa verso le strade parallele di gran parte delle autovetture che, cercando di sfuggire alla tagliola dell’autovelox, ora spostano il problema della sicurezza su Via Colle Innamorati, via Pandolfi e via Colle di Mezzo, già scenario di incidenti stradali nei giorni scorsi. Quando si è trattato di accendere l’autovelox, questa amministrazione non ha esitato a procedere, e oggi invece continua a perdere tempo e litigare al proprio interno invece di avviare finalmente i lavori su via Di Sotto”.

Articoli più letti

Ultimi articoli