The news is by your side.

Paura crolli in Abruzzo, il ministro Toninelli: penso allo stato in cui si trovano i viadotti di A24 e A25

Il punto della situazione in un post su facebook a 100 giorni di attività

4

L’Aquila. Il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, in questi giorni è tornato a parlare del tragico crollo del ponte Morandi a Genova, e lo ha fatto facendo riferimento anche alla situazione dei viadotti abruzzesi. In un lungo post su facebook, dedicato ai primi cento giorni della sua attività, il Ministro, interviene sullo stato di salute di ponti e viadotti delle autostrade A24 e A25, gestite da Strada dei Parchi spa che fa capo all’imprenditore Carlo Toto, e ormai da mesi al centro dell’attenzione, anche alla luce dei costanti rincari delle tariffe.

Sugli interventi di manutenzione e messa in sicurezza dei ponti regionali sono state diverse le segnalazioni avanzate da alcune associazioni e dal canto suo, l’ente gestore delle autostrade abruzzesi, era intervenuto
parlando di ingenti investimenti, e sollecitando il Ministero delle Infrastrutture a fare la sua parte. Il ministro Toninelli, in modo diretto ieri attraverso i social è tornato sulla questione, dichiarando un tempestivo intervento, per scongiurare un nuovo crollo Morandi.  

“Il crollo di Genova è un evento che mai sarebbe dovuto succedere e che non dovrà ripetersi – si legge nel post –  Con la morte nel cuore ci siamo subito rimboccati le maniche. Abbiamo stanziato dei fondi per le prime necessità e ci accingiamo a varare un decreto che assicuri al capoluogo ligure quella rinascita che si merita. Inoltre abbiamo avviato una mappatura delle criticità esistenti nelle infrastrutture di tutta Italia e stiamo creando una task force di tecnici che sia in grado di valutare i rischi e intervenire dove necessario, penso ad esempio allo stato in cui si trovano la A24 e la A25, su cui interverremo. Abbiamo anche finanziato – conclude il ministro – con 35 milioni di euro interventi su 9 ponti pericolanti sul Po, e puntiamo a stanziare altri soldi per metterne in sicurezza altri 32”.

Articoli più letti

Ultimi articoli