The news is by your side.

Papa Francesco a L’Aquila protagonista della 40esima Perdonanza moderna

Svelato il programma del 728esimo evento celestiniano

220


L’Aquila. Sarà la visita di Papa Francesco, atteso domenica 28 agosto per la messa solenne, “l’Angelus” in mondovisione e l’apertura della Porta Santa a caratterizzare la 728esima Perdonanza Celestiniana, la 40esima dell’era moderna, i cui programmi, istituzionale e artistico, sono stati svelati all’Auditorium del Parco dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, dal vicesindaco, Raffaele Daniele, e dal direttore artistico Leonardo De Amicis.

Il primo appuntamento istituzionale in programma è previsto venerdì 19 agosto alle 11, con l’inaugurazione della gradinata davanti alla Porta Santa.

Domenica 21 agosto sarà riscoperta la statua Madonna con Bambino di Saturnino Gatti restaurata, resa di nuovo fruibile a Collemaggio dopo 13 anni dal terremoto.

Lunedì 22 agosto, alle 18, è in programma il “passaggio di consegne” tra i figuranti principali del corteo, Dama della Bolla, Giovin Signore e Dama della Croce.

Martedì 23, sarà il giorno del Corteo storico, anticipato per far spazio al protocollo che accompagna la visita del Papa.

Mercoledì 24, avrà luogo in Auditorium il Premio del Perdono. Il giorno successivo, la chiesa di San Silvestro ospiterà la presentazione della croce del Perdono e del pastorale della Perdonanza.

Venerdì 26 agosto, sarà presentato un volume da donare ai cardinali che accompagneranno il Papa, il giorno successivo, giorno di apertura della Porta Santa che sarà chiusa il 29.

Ad illustrare il programma artistico, il maestro Leonardo De Amicis. Per i giovani ci sarà uno spazio ad hoc: Perdonanza Village.

Martedì 23, sul piazzale di Collemaggio ci sarà il canto per la rinascita di futuro e pace con artisti del calibro di Diodato, Roberto Vecchioni, Gaia, Lda, Tony Hadley, Anna Foglietta, Daniele Pecci e altri. Il 24 spazio in Piazza duomo alla seconda edizione del gran galà della danza. Il 25 spazio a “L’Aquila suona”, con eventi nel centro storico cittadino. Il 26 in piazza Duomo, ci sarà concerto di Fabri Fibra. Chiusura con Claudio Baglioni a Collemaggio il 30 agosto.

Punto di forza come sempre l’orchestra del maestro De Amicis con la presenza di diplomati del Conservatorio “Casella”.

“La presenza di Papa Francesco dona a questa edizione della Perdonanza Celestiniana un carattere di portata universale che ci riempie di orgoglio ed emozione – ha dichiarato il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi -. Per la prima volta nella storia un Pontefice aprirà la Porta Santa della Basilica di Collemaggio per dare inizio al primo giubileo della cristianità che si rinnova ogni 28 agosto, da 728 anni. Il coronamento di un’aspirazione attesa da secoli che per L’Aquila, insieme al programma istituzionale e artistico di indiscutibile qualità, rappresenta un’occasione straordinaria di crescita e visibilità planetaria. La Perdonanza di quest’anno, inoltre, sarà la cornice ideale della prima edizione del Premio del Perdono, ispirato al messaggio morale di Celestino V sul perdono e ai richiami potenti di Papa Francesco circa l’impegno individuale e collettivo per la pace tra i popoli, da assegnare a persone che si impegnano quotidianamente nella difesa dei diritti e nella promozione del dialogo tra culture diverse”. Alla presentazione del programma della 728/a Perdonanza è intervenuto anche il vicesindaco Raffaele Daniele: “Il Comune dell’Aquila sta affrontando con il massimo impegno il rigidissimo protocollo organizzativo per consentire che tutte le manifestazioni, religiose, civili e artistiche, si svolgano nel migliore dei modi possibili”. “Il programma artistico di questa edizione epocale della Perdonanza Celestiniana – ha detto il maestro Leonardo De Amicis, direttore artistico della kermesse – è il frutto del lavoro svolto negli ultimi cinque anni dalla direzione consapevole e ambiziosa che mi onoro di rappresentare. Una direzione artistica proiettata verso un cammino esclusivo e di forte richiamo culturale che attraverso l’arte, la musica, la recitazione, è in grado di accogliere, aggregare e donare nuova linfa alla collettività. Il momento più atteso è indubbiamente l’arrivo del Pontefice, una presenza che dona a tutte le
esibizioni in programma un valore eccezionale. L’evento conclusivo si celebra con il concerto di un grande artista come Claudio Baglioni che si esibisce in un percorso musicale narrato sulle note dei musicisti del conservatorio dell’Aquila”.

Articoli più letti

Ultimi articoli