The news is by your side.

Panico alla stazione, evacuato il treno per la presenza di un uomo armato

6

Pescara. È scattato il protocollo di emergenza, nel primo pomeriggio di ieri, alla stazione di Pescara, dopo che una telefonata ha annunciato al 113 la presenza di persone armate a bordo di un treno proveniente dalla Puglia: a chiamare, in realtà, è stato un uomo, probabilmente con problemi di salute mentale, il quale, convinto di essere seguito da due persone che volevano ucciderlo, ha lanciato l’allarme. Alla fine l’unico armato era lui: aveva addosso due grossi coltelli. polferOra è in ospedale. Ricevuta la segnalazione al 113, in stazione sono subito scattate le procedure di sicurezza: i binari sono stati evacuati, così come le carrozze del treno in questione, appena arrivato nello scalo. I poliziotti ­ le attività sono state condotte dalla Polfer, diretta da Davide Zaccone, insieme a squadra Volante e Mobile ­ sono quindi saliti a bordo del convoglio con tanto di giubbotti antiproiettile ed hanno subito individuato l’uomo. Si tratta di un 44enne di origini pugliesi ma residente a Torino che ha riferito di doversi difendere da due persone, a suo dire armate di pistola, che volevano ucciderlo. Agli agenti è bastato poco, però, per capire che le due persone indicate dal 44enne erano dei semplici passeggeri. L’uomo, che aveva addosso due coltelli, è stato quindi accompagnato in ospedale per tutti gli accertamenti del caso. Ritardi sulla linea ferroviaria, a causa delle operazioni di controllo e bonifica del treno.

Articoli più letti

Ultimi articoli