The news is by your side.

Omicidio del giovane rom Antonio Bevilacqua: protestano i parenti, tensione in Tribunale

149

Pescara. Momenti di tensione, stamani, in tribunale a Pescara, prima dell’inizio dell’udienza preliminare nel processo a Massimo Fantauzzi, 47 anni, responsabile dell’omicidio di Antonio Bevilacqua, 21enne rom ucciso con un colpo di fucile, la notte del 16 settembre scorso, all’interno di un pub di Montesilvano (Pescara).

Davanti alla stanza dove si trovava il reo confesso in attesa dell’udienza, infatti, c’erano una ventina di persone tra parenti ed amici della vittima, che hanno iniziato ad urlare contro l’omicida. La madre del 21enne, in particolare, ha ripetuto più volte “era mio figlio, era il mio bambino”. La protesta ha richiamato l’attenzione dei tanti presenti in tribunale e davanti all’aula è arrivato anche il procuratore capo Massimiliano Serpi. Presenti anche le forze dell’ordine.

Articoli più letti

Ultimi articoli