The news is by your side.

Oggi l’addio al giovane Umberto Bianchi, lo striscione degli amici: “Zì Umbè, ce becchem’ in Paradiso…”

1.177

Avezzano. Si terranno oggi, alle 15.30, nella chiesa della Santissima Trinità di Avezzano, i funerali di Umberto Bianchi, 27enne avezzanese, morto in un incidente stradale l’altra notte, mentre riaccompagnava a casa un amico.

Il consulente della procura di Avezzano, il medico legale Cristian D’Ovidio, avrà 60 giorni di tempo per riconsegnare la perizia che ha richiesto il pm Maurizio Maria Cerrato, che ha aperto un’inchiesta sull’incidente e la morte del giovane.

L’auto è di proprietà della famiglia del ferito che al momento è indagato per omicidio colposo. Un atto dovuto. Ci sarà una perizia anche sull’auto per verificare in effetti che fosse in buono stato nel momento in cui Bianchi si è messo alla guida. Il ferito, di origine albanese, è ancora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Avezzano.

La famiglia ha nominato il legale Crescenzo Presutti per tutelare i propri diritti.

Intanto gli amici hanno fissato uno striscione a Caruscino, dove il 27enne abitava con la famiglia, in cui hanno scritto “Zì Umbè, ce becchem’ in Paradiso… Sempre col Sorriso”, ricordando il giovane appassionato di pesca, che aveva sempre il buon umore e che era sempre buono con tutti.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli