The news is by your side.

Nuovo allarme dai comitati no antenne di Pescara Colli

17

Pescara. Il Comitato No antenne Pescara Colli ed i comitati spontanei del territorio ritornano a tuonare contro le installazioni di stazione radiobase. A seguito delle nuove installazioni di una srb in via campo di Giove montata in meno di 36 ore “e tutto di nascosto senza nemmeno esporre la cartellonistica” ed a seguito della ripresa dei lavori in via Valle Furci per installazione di un antenna alta circa 24 metri, i comitati tornano a farsi sentire. A distanza di 4 anni, dopo aver vinto al Tar Abruzzo i cittadini si trovano di nuovo a dover affrontare un’altra battaglia legale oltre a doversi difendere in Consiglio di Stato. “Questo – sostiene il Comitato No antenne Pescara Colli – perche’ c’e’ un denominatore comune che accompagna il succedersi delle amministrazioni comunali: il lassismo. Lassismo su un argomento come il Piano antenne comunale, che potrebbe regolarizzare una distribuzione delle stesse in maniera ‘equilibrata e non selvaggia’, che rassicurerebbe i cittadini al fine di evitare che questi si sveglino al mattino con un impianto sul tetto o una mega-antenna di 30 metri su un colle. Anche questa Giunta Comunale, come la precedente – prosegue il omitato in una nota – la si potra’ ricordare per non aver coinvolto la cittadinanza di Pescara Colli: coinvolgere la cittadinanza non solo e’ un dovere, ma e’ doveroso per instaurare un rapporto di reciproca fiducia: non ci si lamenti poi della nascita di neo-populismi con sciacalli annessi, se in primis lo scollamento e’ determinato dagli amministratori stessi: chi rimarrebbe indifferente nell’osservare, da un giorno all’altro, l’innalzarsi di un palo della cuccagna di oltre 24 metri sopra il proprio capo? I lavori Telecom, in questi giorni, continuano ininterrottamente con grande professionalita’ ed efficienza facendo leva sulla stessa superficialita’ ed inefficienza dei loro ‘colleghi’, ossia quella classe dirigenziale ed amministrativa del Comune di Pescara: difatti Telecom si porta avanti con i lavori grazie alla formuletta magica del silenzio/assenso da parte del Comune di Pescara. Chiediamo alla giunta comunale quanto tempo bisogna aspettare? Perche’ i gestori hanno ricevuto dalla politica il permesso di installare selvaggiamente su tutto il territorio? Inoltre – conclude la nota – il Comitato vuole ricordare ai signori politici che il territorio appartiene ai cittadini che lo vivono e loro non devono fare altro che amministrarlo correttamente”.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli