The news is by your side.

Nomine Asl, fibrillazioni e clima teso nella maggioranza di centro destra. Bellachioma: fuga in avanti

La Lega sul piede di guerra, salta riunione della coalizione

2

L’Aquila. “E’ stata una fuga in avanti del presidente Marsilio, l’accordo era che se ne sarebbe parlato nel pomeriggio di oggi a Pescara nella riunione dei segretari dei partiti della coalizione, alla quale non parteciperemo per riunire i nostri eletti”. Così il deputato e segretario regionale, Giuseppe Bellachioma, sul clima che si respira nel centrodestra che governa la Regione in seguito alla nomina dei direttori generali delle Asl di L’Aquila e Chieti, le prime importanti di oltre cento previste nell’ambito dello spoil system. Le parole di Bellachioma testimoniano le fibrillazioni in seno al centrodestra per la nomina, a sorpresa, effettuata ieri sera, durante la seduta del Consiglio regionale all’Aquila, dal presidente della Regione, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, dei due direttori generali dalle Asl provinciali dell’Aquila, Roberto Testa, e di Chieti, Francesco Zavattaro.

A scendere sul piede di guerra la Lega, azionista di maggioranza con 10 consiglieri sui 18 della coalizione e con 4 assessori su 6, considera “un vero e proprio blitz all’insaputa dei salviani”, la iniziativa di Marsilio che ha firmato i decreti di nomina, per i quali, secondo quanto si è appreso, non sarebbe necessario il passaggio in giunta. Di nomine legate allo spoil sistem si sarebbe dovuto parlare in una riunione dei segretari dei partiti di maggioranza prevista nel pomeriggio a Pescara, che è saltata per il forfait della Lega. Lega che invece ha convocato un summit degli eletti e dei parlamentari sempre per oggi a Pescara. “Non ne facciamo un dramma però diremo la nostra con un comunicato stampa dopo la riunione dei nostri eletti nel pomeriggio a Pescara”, conclude Bellachioma, “ribadiamo che il nostro gruppo è compatto e prenderà un posizione ufficiale condivisa”. 

Articoli più letti

Ultimi articoli