The news is by your side.

Migranti fatti scendere da un’autobus Tua. SI attacca: episodio discriminatorio, Società: solo sovraffollamento

5

Teramo. “In merito alla vicenda denunciata da una cittadina teramana sul gruppo di ragazzi migranti fatti scendere dalla corsa Teramo – Valle Castellana il 6 ottobre, come Sinistra Italiana regionale e provinciale intendiamo prendere una posizione netta e chiara anche rispetto alla risposta di TUA”, la societa’ di trasporto unico regionale. Lo affermano Stefano Ciccantelli, segretario federale SI Teramo, e Daniele Licheri, segretario regionale del partito. “Riteniamo inaccettabile – scrivono in una nota – che nel solco del sentimento di reazione che emerge in questi tempi sul tema degli immigrati si aggiungano questi episodi discriminatori e lontani dai principi di uguaglianza e solidarietà scolpiti nella nostra Costituzione repubblicana.

Sull’accaduto specifico riteniamo debole la risposta della TUA che chiama in causa il problema del sovraffollamento della fascia oraria studentesca e anzi rilanciano su questo tema la necessità di un ampliamento delle corse e del trasporto pubblico. Ci auspichiamo – concludono i due segretari di Sinistra Italiana – una verifica interna seria e non d’ufficio per identificare le responsabilità di un fatto così grave e ci riserviamo la possibilità di agire a livello istituzionale con i nostri rappresentanti nazionali e regionali.

Articoli più letti

Ultimi articoli