The news is by your side.

Migranti da Paterno a Vasto, tuona Bocchino (Lega): ormai ricettacolo d’Abruzzo e d’Italia

"I prefetti verifichino idoneità della struttura, immigrazione mal gestita da Pd e M5S"

31

Vasto. Sono in viaggio verso Vasto e L’Aquila i 25 migranti arrivati a Paterno nei giorni scorsi. Una notizia che ha creato polemica, soprattutto per temi che riguardano la sicurezza e dubbi di idoneità delle strutture di accoglienza.

“La Casa Lavoro di Vasto ospita i detenuti da tutto Abruzzo per la quarantena”, sottolinea in una nota la consigliera regionale della Lega, Sabrina Bocchino, “a cui si aggiungono coloro che rientrano dai permessi. A questa decisione, da quanto appreso da notizie di stampa, a Vasto a metà settembre, dovrebbero arrivare i 25 migranti già assegnati a Paterno, frazione di Avezzano “. 

“Chiedo ai Prefetti”, insiste l’esponente regionale del Carroccio, “se prima di scegliere la destinazione dei migranti venga effettuato un sopralluogo per definire idonee le strutture di accoglienza. Inoltre, chiedo al sindaco di Vasto di opporsi, nell’interesse della città e dei cittadini che amministra, al Governo centrale circa questa infelice disposizione. Vasto dovrebbe passare alle cronache per eventi che arricchiscono a livello turistico, culturale, industriale”, conclude Sabrina Bocchino, “e non per problematiche inerenti la sicurezza per l’immigrazione mal gestita da Pd & 5S”.

Articoli più letti

Ultimi articoli