The news is by your side.

Meteo Abruzzo 23 febbraio-1 Marzo: vento, pioggia e neve, l’inverno arriva direttamente dalla Siberia

3
In figura il modello europeo ECMWF che mostra la situazione delle temperature ad 850hpa per la giornata di marte dì 27 Febbraio. L Abruzzo molto probabilmente si troverà sotto una -10/-11c alla quota di circa 1400m in libera atmosfera. Venti gelidi da Buran.
In figura il modello europeo ECMWF che mostra la situazione delle temperature ad 850hpa per la giornata di marte dì 27 Febbraio. L Abruzzo molto probabilmente si troverà sotto una -10/-11c alla quota di circa 1400m in libera atmosfera. Venti gelidi da Buran.

Nello scorso editoriale parlavamo dello stratwarming, il riscaldamento della stratosfera avvenuta sul polo nord oltre 10 GG fa. Ebbene, è stato proprio lui ad innescare la situazione di freddo o anche gelo che molte zone d Italia vivranno nei prossimi giorni, come l Abruzzo. Neve e vento saranno presenti quasi ovunque tra domenica sera ed almeno mercoledì.

Comunque la giornata di venerdì, vedra una circolazione depressionaria con correnti da sud est, foriere di precipitazioni su gran parte del territorio regionale. Neve oltre i 1300/1400m, temperature in aumento. Sabato, già si nota sui modelli l avvicinamento del gelo siberiano sull’Europa orientale, mentre noi avremo ancora la depressione fortemente attiva con piogge e nevicate attorno ai 1000m. Venti da sud est, temperature in calo con valori sui -1c ad 850 hPa. Il maltempo continuerà ancora domenica, con precipitazioni di nuovo diffuse dal primo pomeriggio, quota neve in calo in serata fin sui 500m ed anche più in basso, venti da est nord est, temperature in calo di un paio di gradi. Lunedì giornata di stampo invernale, nevicate pressoché ovunque, anche lungo le coste probabilmente.  Ricordiamoci che l’aria gelida sarà di estrazione continentale, del tipo pellicolare, fino ai bassi strati. Martedì sempre occasioni per nevicate, che saranno più diffuse sulle zone centro orientali dell Abruzzo. Venti da est sud est, temperature molto basse con valori anche al di sotto dei -8c ad 850hpa. Intanto al di la della penisola iberica, inizierà ad avvicinarsi una corposa struttura depressionaria, la quale potrà interagire con l aria molto fredda presente da noi, apportando nuovi fenomeni nevosi fino a bassissima quota. Giovedì infatti poi, il cielo risulterà nuvoloso con precipitazioni sui settori occidentali specie tra il pomeriggio e la serata, con neve a circa 700 m, per le temperature che tenderanno ad aumentare un po. Insomma, l inverno sembra che voglia farci sentire il suo ruggito, dopo praticamente una stagione in anonimato.

Thomas Di Fiore
Ass. Meteorologica aquilana
Aq Caputfrigoris

Articoli più letti

Ultimi articoli