The news is by your side.

Mazzette su ricostruzione beni ecclesiastici, arrestati funzionario MiBact Marchetti e altri 4

12

L’Aquila. Su disposizione della Procura della Repubblica di L’Aquila, Polizia e Guardia di Finanza stanno eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre agli arresti domiciliari), emesse dal Giudice delle Indagini Preliminari Giuseppe Romano Gargarella, nei confronti di Luciano Marchetti, funzionario del Ministero dei Beni e delle attività culturali, di un professionista e di tre imprenditori, per i reati di corruzione, falso, turbativa d’asta, millantato credito ed emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Tra le opere su cui il gruppo avrebbe lucrato c’è anche la chiesa Santa Maria Paganica. Chiesa Santa Maria in Paganica l'aquilaI provvedimenti in corso di esecuzione costituiscono l’esito di una complessa indagine sulle procedure inerenti la ricostruzione e il consolidamento di alcuni edifici ecclesiastici e di altri beni culturali, di particolare rilievo storico-artistico, ubicati nel centro storico del capoluogo abruzzese, gravemente danneggiati dal terremoto del 6 aprile 2009.  Le persone finite in carcere nell’ambito dell’operazione per un presunto giro di corruzione, falso, turbativa d asta, millantato credito e emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti nell’ambito della ricostruzione del patrimonio artistico religioso sono, secondo quanto si apprende, Massimo Nunzio Vinci e Alessandra Mancinelli. Quest’ultima funzionario dipendente della Direzione regionale dei Beni culturali e paesaggistici per l’Abruzzo. Ai domiciliari e’ finito Luciano Marchetti, ex direttore generale dei Beni culturali e Paesaggistici per l’Abruzzo, gia’ vice commissario alla ricostruzione post-terremoto per i beni culturali; Patrizio Cricchi e Graziano Rosone, indagato per millantato credito.
L’attività investigativa, coordinata dal Procuratore della Repubblica Fausto Cardella e dai sostituti Antonietta Picardi e David Mancini, è stata svolta, congiuntamente, dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza e dalla Squadra Mobile della Questura di L’Aquila.
I dettagli dell’operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 odierne presso la Procura della Repubblica di L’Aquila.

Articoli più letti

Ultimi articoli