The news is by your side.

Maltrattava e violentava l’ex moglie con calci e pugni davanti al bambino, arrestato 34enne tunisino

La sorella aveva già denunciato il fatto, donna ricoverata con prognosi di 20 giorni

5

Chieti. Maltrattamenti in famiglia aggravati, violenza sessuale, lesioni personali e danneggiamento. Con queste accuse è stato arrestato, dopo l’udienza di convalida, un tunisino di 34 anni, che venerdì scorso è stato fermato dagli agenti del Commissariato di Vasto mentre nel parcheggio della vecchia stazione stava strattonando e trattenendo con forza la giovane ex moglie che presentava escoriazioni sulla fronte e sulle braccia. I poliziotti erano stati chiamati al telefono dal figlio minore della coppia poi trovato a vagare impaurito e in lacrime poco distante da dove il padre stava picchiando violentemente la donna.

Nel frattempo, la sorella della vittima aveva anch’essa telefonato alla Polizia riferendo che, poco tempo prima, l’ex cognato aveva prima minacciato per telefono sua sorella, intimandole di tornare a casa e poi si era recato presso la propria abitazione e, dopo aver distrutto i telefoni cellulari di lei e del bambino, l’aveva afferrata per i capelli e picchiata con calci e pugni trascinandola fuori. La polizia ha accertato che alle violenze avvenivano sempre davanti al bambino di cui il padre non aveva più la patria potestà. Per le lesioni riportate la donna è stata accompagnata al pronto soccorso ed ha riportato una prognosi di 20 giorni.

Articoli più letti

Ultimi articoli